QR code per la pagina originale

LG AN110B-JD, il proiettore DLP da parete

,

Non è una novità, bensì un prodotto già presente sul mercato da un paio di anni, ma rimane originale nella forma. Poco spazio e tanta voglia di un sistema Home Cinema con tanto di proiettore DLP, ad alta risoluzione… perché non appenderlo a parete? Ecco, dunque, l’idea ultraslim di LG, per il suo proiettore AN110B-JD.

Un dispositivo realizzato con una tecnologia ad alta precisione, con uno sportello automatico e un menù laterale utilizzante simboli, intuitivo e ordinato, condensato nelle dimensioni di 443 x 254.2 x 92.2mm, per un peso complessivo di circa 4Kg. Uno spessore che permette di appendere a parete il proiettore, per ottimizzare gli spazi.

Passando alle caratteristiche tecniche, è chiaro che alla linea particolare LG ha voluto abbinare il massimo della tecnologia disponibile e adattabile a tale insolita forma. La risoluzione nativa è di 1280x768p, mentre la massima è 1400x1050p, in formato 16:9/4:3, la luminosità dichiarata è di 1000 ANSI Lumen e il rapporto di contrasto arriva a 2500:1.

La ruota di colore è composta da 6 segmenti, illuminati da una lampada NSH200W, con una durata stimata intorno alle 4000 ore in modalità standard e 6000 in modalità eco.

Supporta i principali segnali video (NTSC/PAL/SECAM/NTSC4.43/PAL-M/PAL-N 1080i/720p/576p/576i/480p/480i) e i loro formati (in particolare VGAEGA, PC98 / VGA, VGA, SVGA, XGA, SXGA) ed è equipaggiato con un discreto parco connessioni, tra cui un ingresso PC (D-Sub15), una porta USB, RS-232C, oltre ad uscite per S-Video, Component, Video Composito, HDMI (1 con HDCP) e una porta IR. L’ingresso RGB/HDMI permette di connettere al proiettore anche un ricevitore D-TV (Set Top Box).

È dotato di menù OSD di facile controllo, che permette la gestione delle modalità e delle caratteristiche di proiezione, dalla luminosità, alla nitidezza, al contrasto, fino ai colori e così via. È presente il sistema APC (Auto Picture Control), per impostare la migliore riproduzione dell’immagine.