Leecher tedesco accusato per violazione di copyright

Come riporta Punto Informatico, un leecher tedesco, ovvero una persona che effettua download dalle reti P2P senza dare agli altri la possibilità di scaricare i propri, e che adoperava una versione modificata di eMule, è stato accusato di violazione del diritto d’autore e al pagamento di 700 euro.Ad aver trovato i file incriminati sembra essere

Come riporta Punto Informatico, un leecher tedesco, ovvero una persona che effettua download dalle reti P2P senza dare agli altri la possibilità di scaricare i propri, e che adoperava una versione modificata di eMule, è stato accusato di violazione del diritto d’autore e al pagamento di 700 euro.

Ad aver trovato i file incriminati sembra essere stata Media Protector, utilizzando, secondo la stessa, una tecnologia all’avanguardia per la ricerca dei file condivisi.

Eppure non possiamo parlare di sharing o condivisione, in quanto la persona in questione, essendo un leecher, non ha messo a disposizione nemmeno un byte dei suoi dati e quindi è da vedere se la tecnica di Media Protector sia davvero così efficace come dicono(dato che ha trovato cose che non c’erano) e se l’incriminato dovrà pagare la multa.

Da sempre infatti la MPAA e la RIAA tra tutte spingono l’acceleratore sbandierando il fatto che la condivisione è l’atto che arreca maggior danni al mondo multimediale, qui di sharing non si è trattato, non ci resta che aspettare per vedere come si concluderà la vicenda.

Ti potrebbe interessare