Una TV in tre dimensioni

È la grande novità che pare sia ormai in dirittura d’arrivo, ad opera della casa produttrice Philips, da sempre presente con forza nel mercato degli apparecchi televisivi e, più di recente, dei dispositivi TV ad alta definizione.Fino ad ora un contenuto multimediale poteva essere apprezzato in 3D soltanto grazie a particolari oggetti come occhiali specificamente

È la grande novità che pare sia ormai in dirittura d’arrivo, ad opera della casa produttrice Philips, da sempre presente con forza nel mercato degli apparecchi televisivi e, più di recente, dei dispositivi TV ad alta definizione.

Fino ad ora un contenuto multimediale poteva essere apprezzato in 3D soltanto grazie a particolari oggetti come occhiali specificamente dedicati a costruire un’illusione di profondità e tridimensionalità rispetto all’immagine visualizzata.

Philips invece propone un modello (WOWx), in grado di riprodurre lo stesso effetto direttamente sul proprio schermo a 42″ grazie a una diversa tecnologia, integrata all’interno del dispositivo stesso, tramite un complesso sistema di lenti.

Il lancio sul mercato dei consumatori sarà probabilmente ritardato, almeno fino a quando non sarà presente e disponibile, un numero significativo di contenuti multimediali (ad esempio film) che si servano della tecnologia 3D.

Pare che, forse con l’obiettivo di conquistare immediatamente un’ampia parte di questo nuovo settore, il prezzo di lancio del modello WOWx, una volta raggiunte le condizioni necessarie per la messa in vendita, sia relativamente accessibile: intorno ai 1500 ?.

Ti potrebbe interessare
Il WiFi è finalmente libero
Prezzi e tariffe

Il WiFi è finalmente libero

Dopo tira e molla e mezzi dietrofront, possiamo finalmente annunciare che il WiFi è stato ufficialmente liberato! Il Decreto “Milleproroghe” è finalmente apparso nella Gazzetta Ufficiale e dunque dal primo gennaio il WiFi è da considerarsi libero, cioè sono stati eliminati alcuni vincoli del decreto Pisanu che tanto avevano penalizzato il wireless in questi anni.Nello

154 milioni per la Banda Larga in aree rurali
Prezzi e tariffe

154 milioni per la Banda Larga in aree rurali

Il Ministro Luca Zaia avrà a disposizione 154 milioni di euro da investire in Banda Larga per le aree rurali. 93 milioni giungono dall’UE, 61 milioni sono fondi nazionali. Serviranno a portare la Rete ove le aziende non investono per assenza di interesse

Google Talk, accessibile anche senza Gmail
Software e App

Google Talk, accessibile anche senza Gmail

Google Talk passa in giornata alla versione 1.0.0.98. La novità sostanziale rispetto alla precedente 1.0.0.96 consiste nella possibilità per chiunque di poter accedere all’instant messenger di Google senza la propedeutica necessità di un account Gmail