QR code per la pagina originale

Con TripIt, tutti i tuoi viaggi a portata di click

,

TripIt è un sito rivolto prevalentemente ad esigenze personali o di collettività molto ristrette, quali possono essere quelle legate all’organizzazione di un viaggio, con però alcune caratteristiche aggiuntive legate alla condivisione e alla collaborazione, che lo rendono a pieno titolo un servizio del Web 2.0.

Chi viaggia frequentemente sa che è necessario in qualche modo tenere in ordine e sotto controllo, oltre all’itinerario, i propri documenti di viaggio, sempre più spesso costituiti da email contenenti ricevute di pagamento.

Tripit ci può sicuramente aiutare in questo aspetto, non tanto nella fase di scelta del viaggio, cioè nel decidere dove andare, come e quando. Per questo risulta probabilmente più utile utilizzare un wiki, o un foglio elettronico, magari online e aperto alla collaborazione degli altri partecipanti.

Dopo essersi registrati possiamo cominciare a dare un nome al nostro viaggio, e inserire i vari dati tramite comodi form. Automaticamente, verrà formato un itinerario contenente tutti gli spostamenti, i pernottamenti e i ristoranti, oltre ad eventuali mappe aggiuntive. Non solo, il sito promette di inserire automaticamente la tratta prenotata, attraverso il semplice inoltro dell’email della ricevuta. In questo modo creeremo un unico itinerario, completo anche di mappe, stampabile.

La parte 2.0 del sito consiste nella possibilità di condividere il nostro itinerario e il nostro profilo con chi vogliamo, amici o colleghi di lavoro. In questo modo potranno visualizzare su un calendario quando siamo in giro per il mondo, e a nostra volta essere avvisati automaticamente quando saremo vicini ai nostri contatti. Funzione quest’ultima interessante, ma probabilmente dedicata a viaggiatori veramente assidui.

Per ogni città sono inoltre presenti il meteo, foto da Flickr e informazioni generali da Wikipedia.

Il sito offre in realtà anche un servizio di ricerca di voli e tariffe, noleggio auto e hotel, appoggiandosi a diversi siti che però riguardano prevalentemente il mercato americano.