QR code per la pagina originale

Nemmeno l’intervento del fondatore risolleva le sorti di Dell

,

Dell, nella giornata di martedì ha aperto le contrattazioni in forte rialzo, arrivando a guadagnare l’1,1% a 20,40 euro.

L’exploit iniziale del titolo è stato provocato dalla notizia che il fondatore del secondo costruttore mondiale di personal computer, Michael Dell, ha approfittato dei ribassi della settimana scorsa per comprare in Borsa 4,87 milioni di azioni pari ad una spesa complessiva di 99,7 milioni di dollari.

Il 4 Settembre Michael Dell ha pagato 20,42 dollari per azione un pacchetto di 3,5 milioni di azioni, il giorno dopo ne ha comprate 1,378 milioni al prezzo medio di 20,67$.

Il titolo era crollato sui minimi degli ultimi 8 anni alla fine di Agosto dopo che la società aveva avvertito di aver rilevato un aggravamento delle condizioni di mercato.

Alla fine però ha prevalso i timori dell’andamento globale del mercato dell’elettronica e il titolo è crollato sotto il proprio peso.

In chiusura si registra quindi una performance decisamente negativa, i numeri sono impietosi, le azioni hanno perso il 4,31% a 19,3 dollari.

Si apre quindi uno scenario importanti per gli investitori, poiché il titolo su base fondamentale rimane buono e ci si attende un rimbalzo tecnico nei prossimi giorni.