Pannelli a LED più spessi per aumentare le vendite

Diversi notebook e netbook di recente produzione adottano la tecnologia a LED per la retroilluminazione dei display, ma la maggioranza utilizza ancora le lampade CCFL (Cold Cathode Fluorescent Lamp).I LED permettono di ridurre i consumi di energia, di ottenere un’illuminazione più uniforme e, non meno importante, una riduzione dello spessore dei pannelli.Purtroppo i costi di

Diversi notebook e netbook di recente produzione adottano la tecnologia a LED per la retroilluminazione dei display, ma la maggioranza utilizza ancora le lampade CCFL (Cold Cathode Fluorescent Lamp).

I LED permettono di ridurre i consumi di energia, di ottenere un’illuminazione più uniforme e, non meno importante, una riduzione dello spessore dei pannelli.

Purtroppo i costi di produzione sono elevati e quindi la loro diffusione è ancora limitata. Le specifiche necessarie per la realizzazione di questi pannelli prevedono l’utilizzo di una guida di luce dello spessore di 0,7 mm rispetto a quella da 2 mm utilizzata nei pannelli retroilluminati a lampada.

Per consentire una riduzione dei costi e di conseguenza una produzione in volumi, i produttori di pannelli potrebbero in futuro impiegare guide di luce da 2 mm che consentirebbe di realizzare display più grandi e più luminosi.

Ovviamente lo spessore dei display retroilluminati a LED diventerà paragonabile a quello dei dsplay retroilluminati a lampada, ma ciò porterà ad una diminuzione dei prezzi e ad una maggiore penetrazione sul mercato di notebook progettati con questa tecnologia.

Ti potrebbe interessare
Nuovi iMac: nuova tecnologia, nuovo design
ati schedagrafica

Nuovi iMac: nuova tecnologia, nuovo design

Lo ammetto, nonostante tutto sono fanatico per il design Apple e così oggi, nella mia quotidiana esplorazione sul web alla ricerca di notizie interessanti, mi sono soffermato ancora una volta sul sito della Apple. Tra le prime notizie quella del nuovo iMac “completo e ad alte prestazioni, racchiuso in un design elegantemente sottile”: interessante, avranno