Twine: prove tecniche di Web 3.0

Il futuro di Internet si chiama Web 3.0, la cui evoluzione si baserà sul Web semantico, cioè:“il Web come ambiente dove i documenti pubblicati (pagine HTML, file, immagini, e così via) vengono associati ad informazioni e dati che ne specifichino il contesto semantico in un formato adatto all’interrogazione, all’interpretazione e, più in generale, all’elaborazione automatica”

Il futuro di Internet si chiama Web 3.0, la cui evoluzione si baserà sul Web semantico, cioè:

“il Web come ambiente dove i documenti pubblicati (pagine HTML, file, immagini, e così via) vengono associati ad informazioni e dati che ne specifichino il contesto semantico in un formato adatto all’interrogazione, all’interpretazione e, più in generale, all’elaborazione automatica” (fonte Wikipedia).

Uno dei primi segnali di questa trasformazione del Web è il Twine (spago) un sistema per raccogliere, gestire e condividere i siti Web pertinenti alle proprie aree di interesse.

L’obiettivo è quello di consentire alle persone di condividere conoscenze e informazioni un mix tra social network, wiki e blog, inoltre attraverso i feed RSS monitora eventi, temi, ricerche, e consente la condivisione dei tag.

Un utile strumento per chi lavora nel Web marketing e per coloro che ricercano fonti continuamente.

Ti potrebbe interessare