Cisco rivede i target sulle vendite

Cisco Systems era in netto calo nella serata di giovedì, infatti la società leader mondiale nelle apparecchiature per reti di telecomunicazione e Internet ha comunicato che l’utile per azione del terzo trimestre, al netto degli straordinari, è stato di 42 centesimi di dollari contro attese di 39 centesimi, mentre i ricavi ammontano a 10,33 miliardi,

Cisco Systems era in netto calo nella serata di giovedì, infatti la società leader mondiale nelle apparecchiature per reti di telecomunicazione e Internet ha comunicato che l’utile per azione del terzo trimestre, al netto degli straordinari, è stato di 42 centesimi di dollari contro attese di 39 centesimi, mentre i ricavi ammontano a 10,33 miliardi, in linea con le stime.

L’amministratore delegato John Chambers ha detto che nel prossimo trimestre i ricavi scenderanno del 10%, in agosto aveva previsto un incremento dell’8,5%.

La società ha annunciato un programma di taglio dei costi da 1 miliardo di dollari nei prossimi tre trimestri, che inevitabilmente potrebbe passare attraverso una riduzione del personale.

Sembra pertanto ormai inevitabile che lo spettro della recessione globale abbia investito anche grandi aziende considerate difensive come Cisco System.

Ti potrebbe interessare
4 8 5 8 0
Web e Social

4 8 5 8 0

48580: quattro, otto, cinque, otto, zero. Mandando un SMS a questo numero si donerà 1 euro per le popolazioni colpite dal terremoto tramite il finanziamento alla Protezione Civile. È però necessario sottolineare come la non perfetta organizzazione possa portare in questi casi a pericolose e paradossali situazioni:l’iniziativa è lodevole, la comodità del sistema faciliterà le

La BCE abbassa il tasso di Eurolandia e prova a ridare fiducia ai mercati
mercati

La BCE abbassa il tasso di Eurolandia e prova a ridare fiducia ai mercati

La Banca Centrale Europea riporta il tasso principale di Eurolandia al minimo storico segnato nel 2003. La decisione di abbassare il tasso dal 2,50% al 2% è dovuta ad una diminuzione della pressione inflazionistica.“Jean Claude Trichet”, presidente della BCE, commentando questa decisione afferma:I tassi d’inflazione fluttueranno fortemente; ci aspettiamo che l’inflazione riprenda a salire nel