[email protected]: dare un servizio per vincolare al prodotto

Repubblica.it ha lanciato una nuova iniziativa denominata “[email protected]” (vedi scuola.repubblica.it): gli Istituti che vorranno approfittarne potranno avere un “sito realizzato con il coordinamento dei docenti”, l’accesso quotidiano online ai contenuti della versione cartacea del giornale e una pagina Web personale per ogni studente.Tra gli incentivi alla partecipazione, un “Campionato nazionale” e la pubblicazione sul sito

Repubblica.it ha lanciato una nuova iniziativa denominata “[email protected]” (vedi scuola.repubblica.it): gli Istituti che vorranno approfittarne potranno avere un “sito realizzato con il coordinamento dei docenti”, l’accesso quotidiano online ai contenuti della versione cartacea del giornale e una pagina Web personale per ogni studente.

Tra gli incentivi alla partecipazione, un “Campionato nazionale” e la pubblicazione sul sito Repubblica.it del miglior articolo della settimana tra quelli scritti dagli studenti.

Palesemente si tratta di un’iniziativa con interessanti risvolti educativi e al tempo stesso di un’operazione di marketing, che potrebbe ampliare significativamente il numero dei visitatori abituali del sito maggiore e del suo archivio.

In effetti, secondo i dati divulgati in un articolo del 3 novembre, al progetto del Gruppo Espresso risultano già iscritti “più di seicentomila ragazzi e ragazze” e “30 mila docenti”.

Tutto ciò è in linea con alcune implicazioni del Web 2.0 sul marketing: il nodo attenzione-desiderio-azione, tradizionalmente ritenuto cruciale per determinare l’acquisto e la fedeltà a un prodotto, ha lasciato spazio al binomio appartenenza-comportamento (in inglese suona bene, behaving/belonging): vale a dire, posso migliorare la mia posizione sul mercato se riesco ad offrire servizi che producono, intercettano o facilitano comportamenti (in questo caso il lavoro al “giornalino della scuola”), suscitando un senso di appartenenza rispetto alla mia offerta e al mio marchio.

Ti potrebbe interessare