QR code per la pagina originale

Riflettori accesi su Android Store

,

Oggi sono felice di condividere i primi dettagli di Android Market, un sistema di distribuzione di contenuti che aiuteranno gli utenti finali a trovare, acquistare, scaricare e installare diversi tipi di contenuto, sui loro dispositivi Android-Powered.

Esordisce così Eric Chu sul blog Android Developers.

Gli sviluppatori saranno in grado di rendere disponibile i loro progetti sui server di Google in 3 semplici mosse: registrarsi, caricare e descrivere il contenuto e pubblicarlo. Il tutto sarà supportato da un sistema di feedback simile a quello di YouTube.

Saranno inoltre disponibili dei tool per analisi delle statistiche affinché gli sviluppatori possano sempre andare incontro alle esigenze dei consumatori.

È stato scelto il termine “market” piuttosto che “store” perché l’idea è quella di fornire uno spazio aperto e non strutturato per rendere disponibili i loro contenuti.

Questa libertà porterà però a una non garanzia della qualità dei contenuti, proprio come accade per i video di YouTube.

Per pubblicare le prime applicazioni si farà affidamento sui partecipanti del contest Android Developer Challenge, che si avvia verso la conclusione, dopo aver annunciato i 50 finalisti.

Tra le 20 migliori appliance ad essere disponibili nel Market spiccano:

  • Cab4me, ricerca e chiamata per il servizio taxi;
  • Ecorio, per tenere sotto controllo la produzione individuale di anidride carbonica;
  • Beetaun, mappe interattive e partecipative per turisti;
  • BioWallet, sistemi di identificazione biometrica;
  • Diggin, player di musica in streaming;
  • Dyno, misuratore di performance degli autoveicoli;
  • iMap Mobile, per avere mappe con il tempo meteorologico;
  • IMEasy un IM creato per dispositivi touch screen.