Il nuovo iGoogle non piace agli utenti

Google, nei giorni passati, ha lanciato, negli Stati Uniti, la nuova versione di iGoogle, il servizio di personalizzazione dell’home page del motore di ricerca, modificandone la grafica e alcuni basi del funzionamento, ma i giudizi degli utenti non sono stati esattamente come a Mountain View potevano aspettarsi.Adesso iGoogle ha un menù a sinistra che permette

Google, nei giorni passati, ha lanciato, negli Stati Uniti, la nuova versione di iGoogle, il servizio di personalizzazione dell’home page del motore di ricerca, modificandone la grafica e alcuni basi del funzionamento, ma i giudizi degli utenti non sono stati esattamente come a Mountain View potevano aspettarsi.

Adesso iGoogle ha un menù a sinistra che permette di accedere ai propri widget, suddivisi per aree tematiche e con meno colpo d’occhio visivo. Ma la nota dolente è l’impossibilità di usare la versione vecchia del servizio.

Tra le maggiori lamentele rivolte a Google troviamo: l’eccessiva grandezza della barra, ora troppo invadente, il maggior peso dell’applicazione stessa, che si carica più lentamente, e soprattutto la scelta di non rendere più utilizzabile la vecchia versione del servizio.

In risposta, Jessica Ewing, senior product manager di iGoogle, ha affermato che:

“in Google pensiamo costantemente come poter migliorare i prodotti per i nostri utenti. Sottoponiamo le nostre idee a un considerevole numero di test per valutarne l’usabilità, nonché a diversi esperimenti per essere assolutamente sicuri di fare la cosa più giusta per i nostri utenti. Le nuove funzionalità di iGoogle hanno avuto questo processo, quindi tutti i cambiamenti sono stati apportati esclusivamente sulla base dei riscontri forniti dai nostri utenti e dai nostri sviluppatori”.

Intanto, però, si continua a chiedere il ritorno alla vecchia versione.

Ti potrebbe interessare