Una micro Web TV italiana: Orso TV

Ecco un piccolo caso di micro Web TV made in Italy. Stiamo parlando di Orso TV, la Web TV delle valli piemontesi Orco e Soana, realizzata da CSP-Innovazione nelle ICT per conto della Regione Piemonte.Si tratta di un’idea che nasce all’interno del programma regionale WI-PIE, promosso e sostenuto dalla Regione Piemonte, per dotare la regione

Ecco un piccolo caso di micro Web TV made in Italy. Stiamo parlando di Orso TV, la Web TV delle valli piemontesi Orco e Soana, realizzata da CSP-Innovazione nelle ICT per conto della Regione Piemonte.

Si tratta di un’idea che nasce all’interno del programma regionale WI-PIE, promosso e sostenuto dalla Regione Piemonte, per dotare la regione di connessioni diffuse a banda larga insieme a strumenti tecnologici di avanguardia, in grado di coinvolgere piccole e medie imprese e soprattutto i cittadini.

La Comunità Montana Valli Orco e Soana, infatti, partecipa attivamente a tutte le fasi di sviluppo del progetto, a partire dalla stessa progettazione fino alla realizzazione dei servizi. Questo è reso possibile grazie al coinvolgimento dei cittadini, delle imprese, di enti e associazioni locali, che producono contenuti in un continuo interscambio tra conoscenze ed esperienza del territorio, rafforzando in questo modo il senso di identità dell’intera comunità.

Come primo, importante, risultato, è stata sviluppata nel 2007 una rete a banda larga sul territorio delle Valli Orco e Soana, a dimostrazione di quanto sia stimolante un simile approccio per colmare il digital divide che ancora colpisce moltissime zone italiane, e in particolare le zone montuose.

Questa Web TV è suddivisa in diversi canali: il canale televisivo digitale Orso TV, trasmesso su Web, digitale Terrestre, dispositivi mobili, il canale radio digitale e un blog che permette l’interazione continua tra gli autori e la cittadinanza attiva.

Orso TV è risultata inoltre nella top ten delle micro Web TV, al settimo posto su scala nazionale, stilata in occasione del convegno “[email protected] che vai” che si è svolto in quest’ultimo mese presso l’Università IULM di Milano.

Ti potrebbe interessare