Licenziamenti e tagli di stipendi per AMD e Seagate

La crisi economica mondiale iniziata nel 2008 continuerà anche nel 2009 e colpirà tutti i settori, compreso quello IT.Per ridurre le probabili perdite, AMD e Seagate hanno annunciato licenziamenti e riduzione degli stipendi per tutti i dipendenti, comprese le posizioni dirigenziali.AMD, in particolare, dopo aver effettuato lo scorso anno due tagli di personale per un

La crisi economica mondiale iniziata nel 2008 continuerà anche nel 2009 e colpirà tutti i settori, compreso quello IT.

Per ridurre le probabili perdite, AMD e Seagate hanno annunciato licenziamenti e riduzione degli stipendi per tutti i dipendenti, comprese le posizioni dirigenziali.

AMD, in particolare, dopo aver effettuato lo scorso anno due tagli di personale per un totale di 2200 dipendenti, si appresta a licenziare altre 1100 persone.

Verrà ridimensionato solo l’organico di AMD, non quello della nuova società The Foundry Company che si occuperà della realizzazione dei chip.

Taglio temporaneo dello stipendio pari al 25% anche per il CEO Dirk Meyer; per gli altri dipendenti i tagli variano dal 5% al 15% negli Stati Uniti e in Canada. Fuori dal Nord America, invece, le riduzioni saranno su base volontaria, in accordo con le diverse norme sul lavoro, variabili da stato a stato.

Per Seagate, il piano di ristrutturazione prevede un taglio del 6% della forza lavoro, cioè circa 3000 dipendenti, mentre il nuovo CEO Stephen J. Luczo, che ha sostituito William D. Watkins, subirà una riduzione di stipendio pari al 25%.

Ciò consentirà di risparmiare circa 80 milioni di dollari all’anno e, al termine della ristrutturazione prevista nel mese di marzo, circa 130 milioni di dollari.

Ti potrebbe interessare
Sardegna da domani Digitale, switch off con spegnimento analogico
Prezzi e tariffe

Sardegna da domani Digitale, switch off con spegnimento analogico

Arriva dopo circa 4 anni ma ci arriva; si tratta dello switch off verso il DTT con il relativo spegnimento dell’analogico.In realtà il passaggio doveva avvenire un po’ di tempo fa, infatti l’isola aveva ricevuto forti incentivi finanziari per sostenere la spesa del decoder digitale (addirittura in alcuni mesi il decoder era gratuito).

Francia: rinviata la nuova legge sul file sharing
Prezzi e tariffe

Francia: rinviata la nuova legge sul file sharing

L’approvazione della nuova Legge che dovrebbe “sistemare” gli sharer di Francia” è stata rinviata a non prima del 2009.L’intenzione di Sarkozy è quella di mettere in ginocchio i pirati mediante tale legge, ovvero i provider avrebbero l’obbligo di disconnettere la connessione Internet degli utenti “indisciplinati” che condividono e distribuiscono file tutelati da copyright attraverso i