Possiamo copiare i nostri film? Il caso RealDVD

Presto si risolverà l’annosa questione di sapere se il consumatore sarà dotato di un mezzo legale per fare copie di DVD, almeno negli USA, grazie al processo che si terrà a San Francisco contro la RealNetwork.L’anno scorso, la Motion Picture Association of America (MPAA) depositava una querela per fermare la vendita del software RealDVD della

Presto si risolverà l’annosa questione di sapere se il consumatore sarà dotato di un mezzo legale per fare copie di DVD, almeno negli USA, grazie al processo che si terrà a San Francisco contro la RealNetwork.

L’anno scorso, la Motion Picture Association of America (MPAA) depositava una querela per fermare la vendita del software RealDVD della RealNetwork, che consente agli utenti di copiare i DVD sul disco rigido del proprio computer.

Al centro della querela dell’MPAA ci sarebbe l’accusa che RealDVD viola il Digital Millennium Copyright Act (DMCA), in quanto il suo software bypassa la protezione di copia dei DVD. Il DMCA vieta alle società di sviluppare di prodotti che aggirino le protezioni antipirateria.

C’è da dire che, se da un lato RealDVD aggira le protezioni dei film su DVD, consentendone così la copia su hard disk, dall’altro applica ai film “rippati” una tecnologia DRM proprietaria. Tale sistema di protezione consente all’utente di eseguire una singola copia di un DVD e di riprodurla, senza costi aggiuntivi, esclusivamente sul proprio PC.

Il giudice che conduce il processo dovrà determinare se i consumatori possano avere accesso a un metodo per copiare film. RealNetwork dice che i consumatori hanno il diritto di effettuare copie personali dei propri DVD. La MPAA, al contrario, afferma che i consumatori non hanno il diritto di aggirare le protezioni per fare delle copie.

In realtà sembra che la questione tra la MPAA e la RealNetwork sia dovuta al fatto che l’industria cinematografica sta cercando di mantenere il controllo assoluto su chi costruisce dispositivi per riprodurre film, in quanto sono molti i metodi online che permettono di riprodurre e copiare film in maniera illegale, ma nessuno insiste deciso nel debellarli.

Non ci resta che aspettare per vedere come andrà a finire e capire come si evolverà il mercato dei contenuti multimediali.

Ti potrebbe interessare
Canon PowerShot SX30 IS: 14,1 megapixel e zoom 35x
Imaging

Canon PowerShot SX30 IS: 14,1 megapixel e zoom 35x

Canon ha presentato la nuova fotocamera digitale PowerShot SX30 IS, la quale spicca in modo particolare per il potente zoom ottico 35x (24-840 mm), proponendosi al top delle bridge.È dotata di schermo LCD orientabile con diagonale di 2,7 pollici, favorendo pertanto una buona visualizzazione di foto e filmati.Il sensore CCD ha la risoluzione di 14,1

Nokia Kinetic: il nuovo concept di smartphone
Google

Nokia Kinetic: il nuovo concept di smartphone

Jeremy Innes-Hopkins, designer britannico, ha dato vita a un nuovo e interessato prototipo di cellulare Nokia all’interno di un lavoro realizzato nel suo ultimo anno di università.Il nuovo concept di smartphone ha un design molto accattivamene e presenta delle funzionalità molto particolari, come la possibilità di “alzarsi in piedi” all’arrivo di una telefonata grazie all’utilizzo

Linux: convertire file video con FFmpeg
Imaging

Linux: convertire file video con FFmpeg

La conversione di file video è una pratica molto diffusa, che può però creare non poche difficoltà per raggiungere i risultati voluti, indipendentemente dal sistema operativo utilizzato.Il video rappresenta una breve guida su come usare FFmpeg per Linux, una suite che consente la riproduzione, la registrazione e la conversione di file audio e video.