I piani Intel per il prossimo futuro

Abbiamo già fatto accenno, in un precedente articolo, alla roadmap di Intel relativa al settore mobile, con il lancio previsto verso fine 2009/inizio 2010, della piattaforma Calpella.Il primo processore quad core per notebook, derivato dal Core i7, si chiamerà Clarksfield, ad esso verrà abbinato il chipset GM55, derivato dal P55.Seguirà poi la versione dual core

Abbiamo già fatto accenno, in un precedente articolo, alla roadmap di Intel relativa al settore mobile, con il lancio previsto verso fine 2009/inizio 2010, della piattaforma Calpella.

Il primo processore quad core per notebook, derivato dal Core i7, si chiamerà Clarksfield, ad esso verrà abbinato il chipset GM55, derivato dal P55.

Seguirà poi la versione dual core a 32 nanometri, denominata Arrandale, primo processore Intel con sottosistema video integrato. Questi nuovi processori integreranno le tecnologie introdotte con il lancio della piattaforma Nehalem per sistemi desktop: controller di memoria DDR3 integrato, connessioni QPI (QuickPath Interconnect), Turbo Boost, ecc..

È evidente, quindi, il target di queste CPU; infatti, considerata la potenza elaborativa, i consumi ed i prezzi, saranno integrate in notebook desktop replacement con display da almeno 17 pollici.

A breve termine, invece, Intel introdurrà sul mercato diversi modelli di processori CULV (Consumer Ultra Low Voltage), attesi anche dai produttori e dai possibili acquirenti di netbook.

Queste CPU sono da sempre appannaggio esclusivo dei costosi ultraportatili, dove il peso, l’estetica e le prestazioni, sono caratteristiche predominanti rispetto al prezzo. Ma, considerata la tendenza attuale che vede un aumento sia delle dimensioni dei display sia dei prezzi, non è da escludere una diffusione di processori CULV anche nel settore dei netbook. Molti utenti potranno finalmente dire di aver comprato un “vero” notebook.

Ti potrebbe interessare
W PhoneWatch da Kempler & Strauss
Google

W PhoneWatch da Kempler & Strauss

I watch phone rappresentano una nicchia nel panorama della tecnologia, in quanto oltre a non essere particolarmente apprezzati dal grande pubblico per motivi legati a costi e praticità d’uso, sono frutto di progetti custom necessariamente particolari e avanzati.Kempler & Strauss ha presentato il nuovo modello W PhoneWatch, che viene proposto come il più piccolo GSM

Yahoo sceglie OpenID
Web e Social

Yahoo sceglie OpenID

I tempi in cui dovevate utilizzare diversi username e password per fare login sui servizi web potrebbero essere presto un ricordo del passato. Con una mossa “a sorpresa” Yahoo ha dato una forte spinta al cosiddetto single-sign-on abbracciando OpenID. Quest’ultima è una tecnologia, strategica per il web del prossimo futuro, che permetterà di avere una

MAC Skype beta version 2.6 con novità
skype

MAC Skype beta version 2.6 con novità

Il software di VoIP più conosciuto al mondo, dopo aver rilasciato da poco la nuova release 3.2.0.63 per Windows approda alla release 2.6 (scaricabile qui) per sistema operativo MAC, nella beta version sono stati migliorati e risolti alcuni vecchi bug ed è stata inserita una nuova funzione non presente in Windows.Partiamo subito dalla new entry,