QR code per la pagina originale

Eurisko e i miti sul Web da sfatare

Secondo GfK Eurisko, miti e stereotipi su Internet impediscono agli operatori di trarre tutti i benefici offerti dalla Rete. Per gli utenti italiani, il Web è ormai un elemento radicato nella loro vita quotidiana ed è sempre più irrinunciabile

,

È necessario un approccio nuovo per analizzare e comprendere le opportunità e le caratteristiche della Rete. Partendo da questo presupposto, gli analisti di GfK Eurisko hanno realizzato un’indagine statistica per comprendere le nuove tendenze e sfatare i miti sul Web, un elemento sempre più pervasivo nella vita di tanti italiani.

Dalla ricerca emerge come a navigare con regolarità su Internet sia solamente il 42% della popolazione sopra i 14 anni, per un totale complessivo di circa 22 milioni di utenti in Italia. Entro i margini di questo ampio bacino si muovono realtà molto eterogenee tra loro e con pochi elementi in comune. Le uniche attività condivise, da tutte le fasce di utenti identificate dallo studio, sono la lettura della posta elettronica e l’utilizzo dei motori di ricerca. Per il resto, non sembra esistere un utente “tipico” del Web poiché lo smisurato numero di opportunità offerte dalla Rete rende estremamente diversificate le attività svolte online da ogni singolo individuo.

Secondo lo studio di GfK Eurisko non esiste inoltre un mondo virtuale per chi utilizza Internet. Tale definizione viene solitamente utilizzata da coloro che non navigano sul Web e che dunque percepiscono l’online come qualcosa di “altro”, distaccato dalla loro realtà. «Il Web è una realtà concretissima per chi lo usa ed è virtuale solo per chi non lo usa. È il media più aderente alla nostra vita quotidiana, si affianca ad attività umane preesistenti, petenziandole» ha dichiarato Edmondo Lucchi, direttore del dipartimento New Media di GfK Eurisko.

I dati statistici raccolti dalla società di rilevazione supportano del resto tale visione. Per la maggior parte degli utenti intervistati, Internet si rivela molto importante per coltivare i propri interessi, hobby e passioni personali, ma anche per comunicare con facilità con gli altri. Anche la possibilità di poter navigare liberamente, a zonzo per la Rete senza una meta precisa, viene indicato come un fattore molto importante, almeno quanto la possibilità di essere aggiornati sulle ultime notizie dal mondo.

Video:Bing Snapshot sfida Google Knowledge Graph