In arrivo netbook Android da Dell?

Il mercato dei netbook è monopolizzato dall’accoppiata processore/sistema operativo rappresentata dall’Atom di Intel e da Windows XP di Microsoft.Esistono però CPU basate sull’architettura ARM altrettanto efficienti dal punto di vista dei consumi e caratterizzate da prestazioni superiori, come ad esempio il SoC Tegra di nVidia.Non esistono tuttavia sistemi operativi Microsoft (a parte il vecchio Windows

Parliamo di

Il mercato dei netbook è monopolizzato dall’accoppiata processore/sistema operativo rappresentata dall’Atom di Intel e da Windows XP di Microsoft.

Esistono però CPU basate sull’architettura ARM altrettanto efficienti dal punto di vista dei consumi e caratterizzate da prestazioni superiori, come ad esempio il SoC Tegra di nVidia.

Non esistono tuttavia sistemi operativi Microsoft (a parte il vecchio Windows CE), compatibili con architetture non x86, mentre l’iniziale diffusione di versioni Linux non ha avuto il successo sperato.

Sembra però che Dell voglia tentare la strada Android come sistema operativo da installare nei suoi netbook della serie Mini Inspiron. L’eventuale successo da parte di uno dei maggiori produttori mondiali di notebook, potrebbe convincere altre aziende ad adottare il sistema operativo open source di Google.

La possibilità di sviluppare un netbook Android è diventata più concreta dopo la (involontaria?) diffusione di un comunicato stampa da parte di Bsquare, azienda specializzata nello sviluppo di applicazioni per dispositivi mobile.

Sembra infatti che l’azienda stia lavorando in collaborazione con Dell per effettuare il porting di alcuni software, tra cui Adobe Flash Lite, su piattaforma Android. Dell ha comunque negato ogni suo interesse per Android.

Circolano infine alcune voci secondo le quali anche HTC, prima azienda a realizzare uno smartphone Android, avrebbe intenzione di produrre un netbook basato sul sistema operativo di Google. La presentazione potrebbe addirittura avvenire durante il prossimo Computex di giugno.

Ti potrebbe interessare
Ultrabook troppo costosi per i produttori taiwanesi
ultrabook

Ultrabook troppo costosi per i produttori taiwanesi

Gli ultrabook rappresentato una vera incognita per Intel. Il successo di questa nuova categoria di prodotti è legato sopratutto al prezzo di vendita. I produttori taiwanese però temono che il target dei 1.000 dollari possa essere superato a causa degli elevati costi di produzione, nonostante il supporto economico da parte del chipmaker di Santa Clara.

Aggiornamenti di sicurezza per Hotmail
Microsoft

Aggiornamenti di sicurezza per Hotmail

Microsoft ha introdotto nuove funzionalità per il suo servizio di posta Hotmail. In base ai nuovi aggiornamenti, saranno vietate le password semplici, ed è stata introdotta la funzione My friend’s been hacked!Si tratta di un sistema che permette di segnalare una violazione di un account di posta. Infatti, quando un’email viene dirottata, i primi a

Skype, il primo passo su Symbian
skype

Skype, il primo passo su Symbian

Skype sarebbe pronto a portare il proprio client sul primo cellulare Symbian entro il prossimo luglio. Un blog ha pubblicato la foto di un Nokia N800 con il client installato: per Skype potrebbe essere solo un primo passo verso il definitivo lancio mobile

Test di ATI 2900 XT con drivers Catalyst 7.4
ati catalyst schedagrafica

Test di ATI 2900 XT con drivers Catalyst 7.4

Quasi un mese fa eravamo venuti a conoscenza di alcuni test effettuati con schede ATI HD2900 XT e drivers alpha che avevano apportato un incremento delle prestazioni tale da portare la scheda ai livelli della GeForce 8800 GTX.A distanza di un mese, gli amici di Tweak Town hanno effettuato dei nuovi test utilizzando i drivers

Il SES 2007 a Milano
Web e Social

Il SES 2007 a Milano

Il 29 e 30 maggio 2007 a Milano si tiene il Search Engine Strategies. Si tratta di uno dei più importanti momento di incontro del panorama italiano.

Nuovi dettagli sull’iPod Microsoft
Software e App

Nuovi dettagli sull’iPod Microsoft

Se la conferma dovesse arrivare sarebbe un colpo a sorpresa non indifferente: Microsoft è pronta a regalare a quanti acquisteranno il prossimo alter-iPod del gruppo esattamente tutte le canzoni che quegli utenti avevano precedentemente acquistato su iTunes. In pratica chi vorrà passare da un iPod Apple ad un lettore Microsoft (di cui ancora non si