Scheda madre mini-ITX Ion da Zotac

Dopo la presentazione del nettop AspireRevo da parte di Acer, è ora Zotac a lanciare un’altra delle prime soluzioni desktop basate sulla piattaforma Ion di nVidia. La scheda madre in formato mini-ITX (17×17 cm) permette quindi all’utente di realizzare un sistema mini PC o HTPC, abbinando un processore Atom al chipset MPC7A con core grafico

Dopo la presentazione del nettop AspireRevo da parte di Acer, è ora Zotac a lanciare un’altra delle prime soluzioni desktop basate sulla piattaforma Ion di nVidia.

La scheda madre in formato mini-ITX (17×17 cm) permette quindi all’utente di realizzare un sistema mini PC o HTPC, abbinando un processore Atom al chipset MPC7A con core grafico integrato GeForce 9400M.

La Zotac Ion sarà proposta in due versioni, una con CPU single core Intel Atom 230 e una con CPU dual core Intel Atom 330, entrambe funzionanti a 1,6 GHz.

Il punto di forza della scheda madre è rappresentato dal chipset nVidia che, a differenza del vetusto Intel 945GSE, può agevolmente riprodurre contenuti full HD 1080p ed effettuare la decodifica video in hardware, sfruttando la tecnologia nVidia PureVideo HD.

Sono presenti due slot per moduli di memoria DDR2-667/800 (fino a 4 GB totali), tre connettori SATA-300 e numerose porte di connessione (PS/2 per tastiera, 6 USB 2.0, eSATA, uscita audio analogica 5.1, uscite audio digitali ottica e coassiale, Gigabit Ethernet, WiFi 802.11n con antenna esterna, uscite video HDMI, DVI e VGA).

L’alimentazione degli hard disk avviene mediante un connettore molex a 4 pin, mentre non è presente il classico connettore a 24 pin. Infatti, la scheda madre può essere alimentata con un alimentatore AC/DC (opzionale) esterno da 19 V, simile a quello dei notebook, oppure con un alimentatore DC/DC (opzionale) che può essere integrato direttamente in un case mini-ITX.

È garantita la compatibilità con Windows Vista e con il prossimo Windows 7. I prezzi per il mercato giapponese sono circa 300 dollari per la versione dual core e circa 200 dollari per la versione single core.

Ti potrebbe interessare
iFixit dissembla l’iPod nano 5G
Apple

iFixit dissembla l’iPod nano 5G

Come da tradizione, iFixit ha pubblicato le foto del disassemblaggio del nuovissimo iPod nano 5G, presentato due giorni fa all’evento musicale Apple 2009. Curiosamente, fatta esclusione per il modulo fotocamera, il resto è tecnologia già vista. Dalle immagini scattate si notano alcuni particolari interessanti: Il case è sostanzialmente identico a quello dell’iPod nano di precedente

USA, la guerra fredda delle reti
Software e App

USA, la guerra fredda delle reti

Gli Stati Uniti stanno combattendo una cyber-guerra, una sfida a colpi di bit che per molti versi ricorda la guerra fredda di recente memoria. Gli attacchi giungono via software e minano la sicurezza delle reti degli States. Nel mirino le Smart Grid

Ecco i processori Xeon Nehalem per server e workstation
intel msi nehalem

Ecco i processori Xeon Nehalem per server e workstation

Dopo la presentazione ufficiale dei primi tre processori Bloomfield basati sulla nuova microarchitettura Nehalem, Intel prevede di lanciare le CPU Xeon dedicate al settore workstation e server durante il primo trimestre del 2009. Gli Xeon, noti con il nome in codice Gainestown, saranno proposti per schede madri a singolo e doppio socket. Come le versioni

DM-3400 2160p: un display LCD da 56 pollici
cpu fotocamere

DM-3400 2160p: un display LCD da 56 pollici

Per chi adora il digital-cinema e desidera prestazioni elevatissime, la Astro Systems ha realizzato il DM-3400 2160p. Si tratta di un display LCD da ben 56 pollici. Si, avete letto bene: 56 pollici. La risoluzione a cui arriva è pari a 3840×2160 pixel, in grado davvero di soddisfare chiunque. Ma entriamo un po’ nel dettaglio

Anche le Poste vedono nel web il loro business
Web e Social

Anche le Poste vedono nel web il loro business

Che le Poste italiane stessero attraversando un periodo di rinnovamento era già noto da un po’ di tempo. Si pensi, ad esempio, ai conti correnti online o all’introduzione di servizi di telefonia mobile. Adesso la novità parla di Web. I servizi postali, e in particolar modo i pagamenti dei bollettini postali, saranno possibili direttamente stando