QR code per la pagina originale

Google premia i migliori specialisti di Analytics

,

Qualche giorno fa Google aveva annunciato, durante la conferenza eMmetrics di San Jose, nuove funzioni per il proprio programma di statistiche Analytics. Fra le maggiori novità c’era la possibilità di usare pivot in due dimensioni, per avere analisi sempre più complete e in tempo reale dei dati di visita dei propri siti (ad esempio aggiungendo nella stessa tabella dati su parole chiave e stati di provenienza). Ma l’elemento che aveva richiamato maggiormente l’attenzione del pubblico era la possibilità di creare dei Sommari e Segmentazioni, totalmente personalizzati, dei dati da condividere con il mondo. Queste importanti funzioni consentono di creare delle sorte di template, con i dati più interessanti per ogni tipo di sito (dal portale per iPhone al classico sito Web), e di condividerle con altri.

Invece di condividere i dati (come spesso oggi necessario), si potranno quindi condividere i documenti di sommario/report creati estraendo gli elementi più significativi. Queste funzioni saranno progressivamente disponibili a tutti gli account Analytics nelle settimane a venire. Google ha però deciso di spingere l’idea un altro passo avanti, lanciando un concorso per far emergere i migliori specialisti SEO e rilasciare al pubblico i loro lavori di reporting e segmentazione dati. I più interessanti lavori di segmentazione saranno confrontati, messi a disposizione di tutti e premiati. Per dare un’idea concreta di cosa sia richiesto, un ingegnere del team cellulari di Google ha creato uno speciale segmento di dati specificamente personalizzato per l’iPhone e l’ha reso disponibile a tutti come esempio.

Il report vincente dovrà coinvolgere un’audience ampia e avere chiari vantaggi d’uso, quale ad esempio facilità nel controllo e aumento del Retern On Income (ROI) o una visione di molti dati chiari e illuminanti in poco spazio. I vincitori saranno premiati con magliette Analytics, adesivi e sconti per i corsi ed esami “Google Analytics Individual Qualification”, oltre alla grande pubblicità sui blog di Google Il colosso di Mountain View ha raccomandato tutti i potenziali partecipanti di controllare le dettagliate istruzioni tecniche sull’uso dei segmenti, per capirne tutti i più profondi dettagli.