PosteKey: Adobe e Poste per la certificazione dei documenti “facile”

Ormai da anni si parla di posta elettronica certificata e di firma digitale. Meno nota è la possibilità di attribuire valore legale e di garantire la proprietà di qualsiasi documento digitale con lo stesso procedimento. La relativa scarsa diffusione di queste tecnologie è probabilmente dovuta alla difficoltà che l’utente “medio” incontra quando deve destreggiarsi tra

Ormai da anni si parla di posta elettronica certificata e di firma digitale. Meno nota è la possibilità di attribuire valore legale e di garantire la proprietà di qualsiasi documento digitale con lo stesso procedimento.

La relativa scarsa diffusione di queste tecnologie è probabilmente dovuta alla difficoltà che l’utente “medio” incontra quando deve destreggiarsi tra schede elettroniche, lettori USB, certificati digitali. Questi problemi sembrano essere stati, se non completamente risolti, quantomeno fortemente arginati grazie alla soluzione congiunta proposta da Adobe e Poste: PosteKey.

Con un unico pacchetto hardware e software, composto da lettore di smartcard digitale con supporto di memorizzazione, smartcard autenticata presso un ufficio postale, Adobe Acrobat 9 avviabile direttamente dalla chiave USB, la soluzione Postekey rende molto meno complesso l’iter burocratico e tecnologico necessario per poter inviare documenti PDF (generati da qualsiasi altro formato di file) che hanno valore legale e della quale è riconosciuta la proprietà.

Chissà che questa soluzione, probabilmente la prima lanciata in Italia così integrata e completa, non riesca a far breccia tra gli utilizzatori privati e i professionisti prima che nelle aziende medie e grandi, per le quali i vantaggi derivanti dall’utilizzo della firma digitale sono davvero notevoli.

Ti potrebbe interessare