QR code per la pagina originale

Recensione ATI Radeon HD 4650: la nostra prova

,

Ati Radeon HD 4650

Se cercate una scheda grafica economica e in grado di garantire una buona resa video l’ATI Radeon HD 4650 è una buona scelta. Caratterizzata da una GPU a 600 MHz coadiuvata da 512 MB di RAM DDR2, la 4650 non brilla certo per dotazione tecnica ma è in grado di giustificare il proprio valore e offrire un buon rapporto qualità prezzo.

Specifichiamo il grado “buono” perchè l’ottimo purtroppo non è raggiunto da questo prodotto: con 10/15€ in più, infatti, si può acquistare la ATI Radeon HD 4670 che garantisce prestazioni superiori del 20/25% grazie alla RAM di tipo DDR3 e al processore da 700MHz.

La prova della 4650 è stata effettuata sul nostro sistema di test caratterizzato dal Dragon Kit di AMD con 2 GB di RAM.

Prima prova alla quale abbiamo sottoposto la scheda video è stato il test photoshop: partendo dalle operazioni più semplici fino a quelle più complesse di modifica di file JPEG e RAW la scheda grafica è riuscita a supportarci molto bene, anche tenendo aperto in contemporanea il programma di video-editing Windows Movie Maker.

Rispetto al Dragon Kit base l’incremento di potenza nell’elaborazione grafica si sente e il collo di bottiglia non è più stata la scheda video ma la RAM.

Passando al video-editing/video-playback anche in questo caso la HD 4650 si è comportata bene e ha ridotto sensibilmente il carico di lavoro sulla CPU; questo ci ha consentito di aumentare le potenzialità di multitasking permettendoci di utilizzare Firefox con svariate schede aperte, programmi di chat, Torrent e editor di testi mentre ci occupavamo del montaggio/conversione di file video in Full HD (1080p).

Performance più che buone anche nella riproduzione di filmati in alta definizione da disco fisso e da BluRay: la scheda non ha l’uscita HDMI ma la doppia uscita DVI/VGA permette tranquillamente il collegamento a TV Full HD supportando il 1920×1080.

Approvata la bontà della HD 4650 nell’editing/visualizzazione di foto e video passiamo al test sui giochi.

Partiamo subito dicendo che se siete maniaci del gaming estremo e non riuscite a godervi un gioco se non gira almeno a 60 fps costanti con risoluzioni altissime questa scheda non fa per voi. Se invece siete alla ricerca di una GPU che garantisca buone performance in tutti i campi e vi permetta di giocare anche ai titoli più recenti scendendo a qualche piccolo compromesso continuate pure a leggere.

In generale le prestazioni di questa scheda con giochi recenti sono state discrete. A risoluzioni standard (1360×768 o 1280×720 in modalità letterbox) si riesce a godere di una buona risoluzione mantenendo prestazioni video accettabili grazie a 4 punti di anti-aliasing e 2 di anisotropico.

Con questa configurazione ci siamo trovati con un media di 30/40 fps nei vari FPS in prima o terza persona. Su giochi come Need For Speed Undercover e Moto GP invece abbiamo potuto spremere più in alto le prestazioni grafiche e la risoluzione senza incorrere in rallentamenti o problemi di fluidità.

Provando a portare la risoluzione in Fallout 3 a 1920×1080 mantenendo inalterati aliasing e anisotropico le prestazioni in termini di fps si sono dimezzate a fronte di un qualità grafica migliore. La media si è quindi spostata intorno ai 15/20 fps.

Concludendo la nostra analisi possiamo promuovere con una sufficienza piena l’ATI Radeon HD 4650 che si comporta bene e soprattutto mantiene le promesse. Visione e editing di foto e video in alta definizione sono operazioni facilmente eseguibili con questa scheda che riduce il carico di lavoro sulla CPU e soprattutto non fa mai notare la sua presenza grazie ad un ottimo sistema di raffreddamento passivo in grado di resistere anche alle temperature più torride (testato con 35 gradi ambientali e dopo 4 ore tra gioco e editing video).

Ottime prestazioni con i giochi più datati che ovviamente girano al massimo delle opzioni e non hanno mai dato problemi di incompatibilità.

A spostare l’ago della bilancia dall’altra parte, invece, troviamo principalmente la 4670 che risulta poco più costosa (80€ invece dei 55/70€ richiesti per la 4650).