Google Maps offre ora informazioni sulle vicinanze di qualunque posto

Google ha annunciato una nuova funzione per Google Maps: “What’s here?” (“Cosa c’è qui?”). La funzione consentirà di cliccare su un qualunque punto di una mappa Google Maps per ottenere tutte le informazioni note sulle sue vicinanze. Per accedere alla nuova funzione basterà andare su un punto cliccare con il tasto destro e dal menu

Google ha annunciato una nuova funzione per Google Maps: “What’s here?” (“Cosa c’è qui?”). La funzione consentirà di cliccare su un qualunque punto di una mappa Google Maps per ottenere tutte le informazioni note sulle sue vicinanze. Per accedere alla nuova funzione basterà andare su un punto cliccare con il tasto destro e dal menu contestuale apparirà questa nuova voce. Fra le informazioni che il sistema sarà in grado di fornire ci saranno i nomi dei negozi più vicini o l’indirizzo del posto stesso.

A presentare la nuova funzione è stato Fernando Delgado, manager di Google, che ha scritto sul blog ufficiale del colosso californiano:

Questa funzione tiene conto del livello di zoom a cui ci si trova e dà la più appropriata entità geografica in quel punto. Per esempio se ci si trova in uno zoom ravvicinato di Manhattan si può avere un indirizzo completo cliccando su “What’s here?”. In aggiunta combinando questa nuova funzione con la funzione “at this adress” (a questo indirizzo), che si trova nel pannello sinistro, si può ottenere una lista delle attività commerciali posizionate in quel posto.

Usando invece la nuova funzione su uno zoom più esterno otterremo informazioni più generiche. Ad esempio su un’isola potremo visualizzarne il nome, ecc..

Naturalmente, pur provando ad essere il più accurata possibile, Google non garantirà una precisione di più o meno un miglio (1.6 Km) e in particolari intersezioni o posti ad alta densità di negozi ci potrebbero essere piccoli errori di visualizzazione.

La funzione, tecnicamente chiamata “geocodifica inversa“, è anche disponibile sulle Google Maps API da dove è apparsa già da un paio di mesi per il divertimento di tutti gli sviluppatori indipendenti.

Ti potrebbe interessare