QR code per la pagina originale

GoJajah chiama l’estero via VoIP da cellulare

Parte con una esclusiva per l'Italia il nuovo servizio GoJajah per effettuare telefonate dal proprio telefono cellulare verso l'estero via VoIP. Realizzato in collaborazione con Funambol, il sistema non richiede l'installazione di alcuna applicazione

,

Effettuare telefonate internazionali con il proprio telefono cellulare via Internet con tariffe a basso costo. Parte dall’Italia l’impegno di Jajah e Funanmbol per offrire chiamate via dispositivo mobile su VoIP con un risparmio stimato intorno al 98% rispetto a una tradizionale chiamata internazionale. Il nuovo servizio, battezzato GoJajah sarà al momento disponibile in esclusiva per in consumatori italiani, tra i principali utilizzatori dei telefoni cellulari al mondo.

Per utilizzare il servizio di telefonia low cost è sufficiente effettuare una registrazione sul portale di GoJajah e attendere la ricezione di un messaggio sul proprio telefono cellulare, necessario per sincronizzare la propria rubrica con le funzionalità offerte da Jajah. Il processo avviene gratuitamente e fa in modo che nella rubrica del proprio cellulare compaiano alcuni nuovi numeri di telefono per chiamare i propri amici con utenze telefoniche registrate all’estero. Se il contatto “Piero” presente in rubrica è collegato a un numero di telefono non nazionale, GoJajah provvede a duplicare la voce nell’elenco del cellulare aggiungendo un nuovo numero con un prefisso nazionale.

Alla voce “Piero +1 – 555 – 7324” se ne aggiunge dunque una nuova del tipo “Piero JAJAH 02 – 12354745”. Chiamando il numero appena creato in rubrica si effettua dunque una telefonata nazionale, gestita da GoJajah e indirizzata verso l’estero via VoIP. Tale processo consente di ridurre sensibilmente la tariffa per una singola chiamata, arrivando a risparmiare più del 95% rispetto alle tradizionali tariffe, sostengono i responsabili dell’iniziativa (si stima il costo di una telefonata nazionale più 1 cent per minuto di conversazione).

«Usiamo l’Italia come paese test, in quanto culla di civiltà e di gente che parla al cellulare, paese avanti a tutti sull’utilizzo della telefonia mobile» ha dichiarato all’agenzia di stampa Reuters l’amministratore delegato di Funambol, Fabrizio Capobianco, società che partecipa al progetto da poco lanciato da Jajah. L’AD ha poi ricordato come tale iniziativa sia indirizzata non solo all’ambito consumer ma anche a quelle realtà business interessate a ottimizzare i costi della loro comunicazione verso l’estero.

L’anima italiana dell’iniziativa si ritrova anche in buona parte della tecnologia applicata, sviluppata nel nostro paese da Funambol. Gli sviluppatori della società hanno infatti messo a punto il sistema che provvede ad affiancare alle voci in rubrica dei propri contatti all’estero i numeri per effettuare le chiamate a basso costo tramite Jajah. Tale procedura elimina la necessità di dover installare sul proprio cellulare un’apposita applicazione per effettuare le chiamate in VoIP, poiché il servizio viene automaticamente realizzato in remoto da Jajah quando si effettua una telefonata verso l’estero.

«L’Italia è uno dei paesi leader nel wireless. Siamo molto contenti di lanciare GoJajah qui, specialmente in partnership con Funambol. Il servizio di telefonia Jajah, a basso costo e di grande semplicità, è oggi molto popolare in Italia, che rappresenta uno dei nostri mercati più importanti. Siamo felici di lavorare con Funambol, che offre una piattaforma mobile open source che si sposa perfettamente con Jajah per consentire agli utenti mobile italiani di realizzare un forte risparmio sulle telefonate internazionali» ha dichiarato invece Trevor Healy, amministratore delegato di Jajah, sottolineando l’importanza del progetto che sta muovendo i suoi primi passi in esclusiva in Italia.

Video:CES 2018: il convertibile HP Spectre x360