I contribuenti avranno un estratto conto online

I contribuenti potranno presto consultare un comodo estratto conto online dal quale poter verificare la propria situazione debitoria nei confronti dello stato. Il servizio è già raggiungibile in 24 province e presto aprirà a quasi tutto il territorio

«Equitalia, la società pubblica incaricata della riscossione dei tributi, offre ai contribuenti “Estratto conto” un nuovo servizio on line che permette di controllare la propria posizione debitoria a partire dall’anno 2000»: l’annuncio giunge dalle pagine di Governo.it, ove è spiegata la natura del servizio posto in essere: «Il servizio punta a semplificare la vita dei cittadini, rispondendo ad esigenze di trasparenza e innovazione: sarà infatti possibile, collegandosi all’apposito sito di Equitalia dal proprio pc, verificare se si è in regola con le cartelle di pagamento, se eventuali provvedimenti a proprio favore siano stati effetivamente ricevuti dall’ente riscossore e si sia conclusa la procedura di sgravio della cartella, ed avere tutte le informazioni necessarie. In particolare, il cittadino può consultare documenti, cartelle e avvisi di pagamento ancora non pagati, pagati parzialmente, interamente saldati od oggetto di sgravio totale a partire dall’anno 2000».

«Per utilizzare il servizio è necessario disporre delle credenziali fornite dalla Agenzia delle entrate per l’accesso al “Cassetto fiscale”. Una volta ottenute le credenziali, il cittadino può collegarsi al sito del proprio agente della riscossione o direttamente al sito equitaliaspa.it ed avere le informazioni di cui ha bisogno inserendo il codice fiscale o la partita Iva, e selezionando la provincia di residenza per le persone fisiche o la sede legale per le società». Il progetto si inserisce pertanto chiaramente all’interno dei nuovi progetti per la digitalizzazione della PA, portando un nuovo servizio online per evitare inutili corse a sovraffollati sportelli.

I dettagli sul progetto sono a disposizione sul sito Equitalia SpA: «Lo strumento è disponibile in 24 province, da Nord a Sud (tra cui Milano, Roma e Napoli), ma si estenderà entro settembre a tutto il territorio nazionale (tranne in Sicilia dove il gruppo Equitalia non opera). Una rivoluzione nel rapporto con i cittadini e le imprese, fatto di semplicità, trasparenza e innovazione, che punta a rispondere alle esigenze dei contribuenti e semplificare loro la vita». Un apposito documento elenca le città già attivate ed una guida interattiva è a disposizione del contribuente al fine di evitare problemi durante la consultazione della propria situazione.

Ti potrebbe interessare