Micheal Jackson batte ogni record sulle reti P2P

La morte del Re del Pop ha invaso tutti i media, P2P incluso. Brand Asset Digital, società di analisi dei potenziali di marketing del P2P, ha annunciato come, negli ultimi giorni, vi sia stato un boom di ricerche di materiale audio-video su Michael JAckson, tali da monopolizzare gli scambi illeciti sulle reti di filesharing.Le cifre

La morte del Re del Pop ha invaso tutti i media, P2P incluso. Brand Asset Digital, società di analisi dei potenziali di marketing del P2P, ha annunciato come, negli ultimi giorni, vi sia stato un boom di ricerche di materiale audio-video su Michael JAckson, tali da monopolizzare gli scambi illeciti sulle reti di filesharing.

Le cifre sono davvero impressionanti: si parla di più di 250 milioni di queries e più di 4 miliardi di impression dal 25 giugno, data della prematura scomparsa di Jackson. Una tale richiesta di contenuti multimediali non si era mai verificata prima, così come sottolinea Brand Asset Digital:

L’esplosione della domanda di materiale di Micheal Jackson sulle reti P2P non ha precedenti. Dal 25 giugno le richieste hanno superato tutti i dati di qualsiasi uscita musicale e cinematografica che abbiamo visto apparire sul P2P. Una domanda come questa continua a dimostrare perché il P2P sia la prossima frontiera per i Search Marketing Advertiser, con strumenti quali P2Pwords che catturano ricerche, impression e click proprio come AdSense fa per Google.

Micheal Jackson batte, di conseguenza, un nuovo record: la maggiore richiesta di file sui network P2P. Tuttavia, i dati non confermano solo l’indiscusso successo del Re del Pop ma sottolineano come queste reti di scambio siano ormai mature per attrarre investimenti pubblicitari altamente remunerativi. Non ci resta che sperare che il mercato accetti questa nuova sfida commerciale.

Ti potrebbe interessare