QR code per la pagina originale

Anche gli animali avranno il loro Italia.it

Dopo Italia.it è il momento delle presentazioni anche per Italia a 4 Zampe, il portale voluto da Michela Vittoria Brambilla per combattere il fenomeno dell'abbandono degli animali nel periodo estivo. Ma anche il nuovo portale non sembra convincere

,

«È nato un grande fronte di centro destra che intende lavorare per garantire la tutela del benessere e dei diritti degli animali, attraverso l’azione coordinata di governo e parlamento. Questo l’obiettivo del progetto presentato dal ministro del turismo, On. Michela Vittoria Brambilla, dal sottosegretario al ministero della salute, On. Francesca Martini, dal sottosegretario alla presidenza del consiglio, On. Paolo Bonaiuti e dall’On. Manuela Repetti»: la presentazione del nuovo portale giunge direttamente dal sito di Michela Vittoria Brambilla e segna il raggiungimento di un obiettivo che da tempo l’on. Brambilla si era prefissata in fede al proprio mai celato amore per i suoi 14 cani, 23 gatti, 8 capre, 2 asini e 4 cavalli: sposare il turismo e l’amore per gli animali, rendendo questi ultimi maggiormente compatibili con la necessità di fuga dalle città nel periodo estivo.

Il progetto prevede spot televisivi, guide cartacee, ma anche una iniziativa online incentrata su di un apposito sito web: «”Turisti a 4 zampe” è anche il nome della guida on line sul sito www.turistia4zampe.it e di prossima pubblicazione in versione cartacea, realizzata dal Ministero del Turismo con la collaborazione del Ministero della Salute, che riunisce migliaia di indirizzi italiani di hotel, ristoranti, campeggi, agriturismo, spiagge e via dicendo, dove gli animali sono i benvenuti». Il sito è online presentandosi come «Un utile strumento per le persone che intendono spostarsi in compagnia del proprio animale e tanti consigli per organizzare al meglio la vacanza. Due gli scopi del progetto: migliorare la competitività turistica dell’Italia e, al tempo stesso, combattere il deplorevole fenomeno dell’abbandono».

Il tema dell’abbandono estivo degli animali domestici torna ogni anno ad allarmare le associazioni del settore. Il nuovo attore in questa campagna è il sito “Turisti a 4 zampe”. Trattasi di un piccolo portale con alcune semplici indicazioni di massima, ma è sicuramente curiosa la particolare analogia grafica e stilistica con il nuovo Italia.it: immagini a scorrimento nell’header, una serie di immagini e filmati a condire l’homepage, il messaggio del saluto istituzionale in primo piano. I numeri consegnati dall’ANSA (la cui fonte ufficiale univoca è identificabile nei gestori del sito stesso) dipingono un clamoroso successo per le prime ore del portale: «aveva già superato i 100mila accessi nelle prime 6 ore di presenza on line, rendendo necessario un potenziamento dei server. Nelle prime 24 ore, i navigatori che si sono collegati al portale sono stati quasi 200 mila, tra i quali 32 mila hanno effettuato ricerche complesse».

Homepage del portale per il turismo a 4 zampe

Turisti a 4 zampe

Dettagli più specifici sul progetto giungono da una indagine di Lorenzo Campani, il quale ha notato particolari legami tra il nuovo sito, il sito della Brambilla, e quello oggi risiedente sotto dominio Italia.it: «il contatto amministrativo del dominio turistia4zampe.it è Giorgio Medail scopritore televisivo della Michela Brambilla nei lontani anni 90, quando imperversava nelle notti di Barcellona. Lo stesso Giorgio Medail poi divenuto direttore della naufragata tv satellitare “Tv della Libertà” creata da Michela Vittoria Brambilla. Lo stesso Medail che ora pare essere stretto collaboratore del neo Ministro del Turismo. […] Il sito “Turisti a 4 zampe” l’ha messo online la Viamatica srl di Piacenza (caniegatti.viamatica.it) la stessa che cura il sito personale del Ministro».

Tra il portale del turismo Italia.it e quello del “Turismo a 4 zampe” (costruito con Joomla) c’è una connessione diretta. Passa per il ministro Brambilla e si rende evidente nell’estetica del sito. In comune c’è un filo polemico che non si spezza. Per sbrogliare la matassa, però, un modo c’è: le 10 domande di Webnews.it per Italia.it nascono con questo scopo.

Video:La Formula E sul circuito di Roma