Aprire le porte in Windows Firewall

Se usate programmi di peer-to-peer, vi sarete accorti che non funzionano se le porte di connessione non sono debitamente configurate, ovvero se non vengono sottratte al blocco imposto da un firewall.Se non avete un firewall di terze parti, probabilmente è attivato di default quello di Windows, e quindi le porte in ingresso sono “bloccate”.Per aprirle

Se usate programmi di peer-to-peer, vi sarete accorti che non funzionano se le porte di connessione non sono debitamente configurate, ovvero se non vengono sottratte al blocco imposto da un firewall.

Se non avete un firewall di terze parti, probabilmente è attivato di default quello di Windows, e quindi le porte in ingresso sono “bloccate”.

Per aprirle dobbiamo configurarle nel firewall. Andiamo in Pannello di controllo e clicchiamo su Windows Firewall. Se l’icona non si trova, attiviamo la visualizzazione classica.

Se lo scudo è verde vuol dire che il firewall è attivato, e comunque la finestra informa quando il firewall è attivato o disattivato.

Clicchiamo su modifica impostazioni per accedere ai settaggi del firewall: con Windows Vista verrà chiesta l’autorizzazione utente per procedere alla modifica delle impostazioni di default.

Nella finestra delle impostazioni passiamo alla scheda “Eccezioni” e clicchiamo sul pulsante “Aggiungi porta”.

Nella schermata successiva inseriamo un nome da dare alla porta, per esempio TCP, e poi il numero della porta da aprire, per esempio 4662, e così via per tutte le porte che si intendono sottrarre al controllo del firewall.

La procedura è semplice, ma una nota è d’obbligo: aprendo le porte è ovvio che si espone il computer ai rischi di attacchi da parte di virus o altro, poiché in realtà è come creare delle brecce nella protezione.

Pertanto è bene limitarsi alle porte strettamente necessarie e dotarsi comunque di un antivirus, antispayware, antimalware.

Ti potrebbe interessare