The longest way home: diario online di un viaggio

Spesso non si ha più voglia di avere a che fare con le solite abitudini di ogni giorno e si presenta il desiderio di evadere verso luoghi indeterminati alla ricerca di un posto ideale in cui vivere per sempre. È proprio questa la motivazione che ha spinto il giovane Dave a partire dal Portogallo.Il trentatreenne,

Spesso non si ha più voglia di avere a che fare con le solite abitudini di ogni giorno e si presenta il desiderio di evadere verso luoghi indeterminati alla ricerca di un posto ideale in cui vivere per sempre. È proprio questa la motivazione che ha spinto il giovane Dave a partire dal Portogallo.

Il trentatreenne, di cui non si conosce molto, si è messo in viaggio per l’Europa, l’Africa e l’Asia, portando avanti una straordinaria esperienza alla ricerca della sua casa ideale… un viaggio soprattutto mentale. La sua esperienza è raccontata sul blog The longest way home.

Il sito si configura come un vero e proprio diario online, che propone agli utenti video, immagini e racconti delle esperienze di Dave in viaggio per il mondo. Il giovane coglie l’occasione per condividere con quanti incontra o con i semplici lettori giudizi, pensieri, riflessioni sui Paesi che visita.

Sul suo blog si possono trovare interessanti recensioni che riguardano anche gli aspetti sociali e culturali di diversi Stati. Per molti, The longest way home è diventato un punto di riferimento importante e soprattutto una guida in grado di suggerire idee suggestive e affascinanti alla scoperta dei luoghi più belli del mondo.

Il blog diventa un’occasione di condivisione di un’esperienza così originale ed anche un’opportunità di interazione con gli internauti, che possono scrivere a Dave o aiutarlo e supportarlo in questo viaggio affascinante, ma non certo facile.

Ti potrebbe interessare