QR code per la pagina originale

Intel P55 Express: il chipset per i Core i5/i7 Lynnfield

,

Dopo aver esaminato l’architettura dei nuovi processori Lynnfield e descritto il funzionamento della tecnologia Turbo Boost, vediamo ora in dettaglio le caratteristiche del chipset Intel P55 Express.

Come già accennato, scompare definitivamente il northbridge, in quanto anche il controller PCI Express è ora integrato nel processore. Rimane solo il southbridge, chiamato da Intel Platform Controller Hub (PCH), che si occupa di gestire le connessioni di I/O.

Il controller PCI Express 2.0 permette di realizzare configurazioni a singola e multi GPU (compatibili con le tecnologie SLI di nVidia e CrossFire di ATI), fornendo un collegamento x16 da 16 GB/s oppure due collegamenti x8 da 8 GB/s. Rispetto al core Bloomfield è stato aggiunto anche il supporto ufficiale alle memorie DDR3 a 1333 MHz.

La CPU è collegata al chipset attraverso una connessione DMI da 2 GB/s, che Intel ritiene sufficiente per gestire tutti componenti installati sulla scheda madre. Il P55 Express supporta fino a 14 porte USB 2.0, 8 linee PCI Express x1, Gigabit Ethernet, Intel HD Audio, 6 porte SATA 3 Gbps, eSATA e, opzionalmente, la tecnologia Intel Matrix Storage per realizzare configurazioni RAID. Manca il supporto per i recenti standard SATA 6 Gbps e USB 3.0, ma queste funzionalità potrebbero essere aggiunte in seguito dai produttori di schede madre.

Come detto, il passaggio da due a un solo chip ha permesso di ridurre i consumi del chipset. Il chipset X58 Express per il core Bloomfield comsuma circa 22 W, mentre il consumo del P55 Express scende a 4,7 W, a cui si sommano i 4,5 W del componente RAID opzionale.

Tra le prime schede madre P55 compatibili con i Core i5/i7 Lynnfield segnaliamo la Gigabyte P55-UD6, l’Asus Maximum III Formula e la EVGA P55 SLI. I prezzi dovrebbero essere compresi tra i 150 e i 200 dollari.