QR code per la pagina originale

Bwin, è ufficiale l’acquisizione di Gioco Digitale

L'acquisizione dell'italiana Gioco Digitale da parte dell'austriaca Bwin si chiude con un costo di 2,3 milioni di azioni Bwin e 50 milioni di euro in contanti. Bwin diventa ora l'operatore principale in Italia con leadership assoluta sul poker online

,

«Bwin diventa l’operatore di gioco leader in Italia, il più grande mercato dell’online gaming dell’Europa continentale»: con questo annuncio ufficiale si chiude un’operazione data per fatta pochi giorni or sono ed ora in archivio con tutto il carico di novità che è destinata a portare sul mercato europeo del gioco online. Con Bwin e Gioco Digitale, infatti, si uniscono due forze preminenti per l’Italia, ove il gioco in rete ha assunto dimensioni tanto importanti da sollevare anche timori per la pericolosità sociale derivante dalle derive e dagli eccessi.

Quel che ancora non era chiaro erano prezzo e modalità della transazione. Anche questi ultimi dati sono ora pubblici: «Bwin e gli azionisti di Gioco Digitale S.p.A. hanno stipulato accordi vincolanti per l’acquisizione da parte di Bwin del 100% delle azioni di Gioco Digitale S.p.A. come segue: (i) gli azionisti di Gioco Digitale conferiranno a bwin 752.474 azioni di Gioco Digitale che rappresentano il 56,30% del capitale sociale in cambio di 2.300.000 azioni bwin; e (ii) Bwin acquisisce le rimanenti quote azionarie per un corrispettivo iniziale di 25 milioni di euro in contanti alla chiusura della transazione, un ulteriore stanziamento di 20 milioni in contanti pagabile dopo la presentazione della revisione dei conti 2009 di Gioco Digitale, e ulteriori 5 milioni di euro in contanti 18 mesi dopo la chiusura della transazione, sulla base di determinati obiettivi finanziari del 2009. Gioco Digitale viene acquisita sulla base di una posizione finanziaria netta neutrale. […] L’acquisizione sarà finanziata tramite l’emissione di nuove azioni Bwin da aumento di capitale già autorizzato». Il costo complessivo dell’operazione (relativo alla parte dell’impresa «operativa nello sviluppo del prodotto e della tecnologia e nella fornitura di servizi alle imprese di settore»), insomma, sarà di 2,3 milioni di azioni Bwin e 50 milioni di euro in contanti.

Così orbert Teufelberger, Co-Ceo di Bwin, ha commentato la chiusura dell’affare: «L’acquisizione di Gioco Digitale ci permette di sfruttare in modo ottimale tutte le opportunità del mercato italiano del gaming online, un mercato in grande boom, supportato da una regolamentazione moderna e pro-attiva». Sullo stesso binario il collega Manfred Bodner: «Questo accordo sottolinea il nostro impegno nel più importante mercato dell’Europa continentale. I precedenti investimenti sul nostro brand in Italia, ad es. la sponsorizzazione del Milan, potranno finalmente essere valorizzati al meglio».

Bwin, sulla base del tasso di crescita del comparto, si attende entro il 2012 ricavi lordi per 1,2 miliardi di euro: «L’acquisizione di Gioco Digitale permette a Bwin di diventare il principale operatore di gioco a distanza in Italia: primo assoluto nel settore del poker e tra i protagonisti nei mercati delle scommesse sportive e dei giochi di sorte».

Sulla base del grande successo che i due brand stanno riscuotendo in Italia, non ci sarà dunque da stupirsi se alla prossima vittoria al SuperEnalotto non si saprà dove è stata giocata la schedina: anche il più famoso dei giochi italiani può essere giocato nella ricevitoria “online” di Gioco Digitale ed il jackpot è ormai nuovamente arrivato alla considerevole cifra di 54,6 milioni di euro.