QR code per la pagina originale

Google, arrivano i cerchi nel grano e torna il “mistero” degli UFO

,

Poco più di una settimana fa avevamo parlato del “mistero”, poi risolto, relativo alla comparsa di una misteriosa navicella aliena che risucchiava la seconda “O” del logo di Google presente nella propria pagina principale.

E non può che far clamore il fatto che oggi, a distanza di pochi giorni, si sia vista ricomparire una nuova navicella extra-terrestre che si aggira misteriosa sopra il logo del noto motore di ricerca, stavolta ripresa nei pressi della prima “O” della scritta, scritta che, va fatto notare, sembra incisa in un campo di grano, esattamente come i famosi e misteriosi cerchi nel grano che di tanto in tanto compaiono in diversi campi un po’ in tutto il mondo.

Il mistero torna quindi a farsi fitto e in rete circolano le ipotesi più disparate sul perché di questa modifica al logo, ipotesi rese ancora più fantasiose ed enigmatiche dalla pubblicazione di alcune coordinate geografiche fatta da Google sul proprio account su Twitter.

Ebbene, anche stavolta sembra proprio che il mistero tanto misterioso non sia. Le coordinate pubblicate sembrano infatti portare ad una piccola cittadina del Surrey, nel Regno Unito, ovvero a Bagshot Heath.

Sembra proprio che in questi luoghi, nel lontano 15 settembre 1985, i coniugi McMurray abbiano avvistato, mentre erano alla guida della loro auto, una grande navicella (di cui vedete un disegno qui accanto) con diverse luci brillanti che sembra essere decollata proprio nel momento in cui la stavano per osservare.

Potrebbe quindi essere proprio il ventiquattresimo anniversario di questo avvistamento ad aver spinto Google, che di solito cambia il proprio logo proprio in funzione di qualche particolare avvenimento, a modificare la propria pagina principale.