QR code per la pagina originale

Indagata la partnership tra Microsoft e Yahoo

,

La sezione antitrust del Dipartimento di Giustizia americano ha chiesto a Microsoft e Yahoo maggiori informazioni riguardanti la partnership da poco siglata, con cui i due colossi intendono dar battaglia allo strapotere di Google.

Tra i termini del contratto vi è la cessione, per un periodo di dieci anni, di alcune tecnologie di Yahoo da impiegare negli algoritmi inclusi in Bing, nuovo motore di ricerca di casa Redmond e l’adozione del sistema di advertising di Microsoft sulle pagine di entrambe le aziende.

Al contrario dell’Europa, dove le due realtà si spartiscono una fetta di mercato non sufficiente a dare addito a preoccupazioni di stampo anti-concorrenziale, negli Stati Uniti una simile unione di forze ha mosso i sospetti degli organi addetti a tali controlli.

Secondo Jack Evans di Microsoft, dopo una prima indagine da parte dell’antitrust, era quasi certo che ne sarebbe seguita una seconda.

Dopotutto, i valori in gioco sono molto alti, tanto che dall’inizio delle trattative alla firma definitiva dell’accordo è passato circa un anno e mezzo, periodo durante il quale le due società hanno lavorato e discusso fianco a fianco per redigere il contratto in ogni minimo dettaglio.

Video:Yahoo Mail: il nuovo client per browser mobile