QR code per la pagina originale

Modificata la funzione AutoPlay anche su sistemi precedenti a Windows 7

,

Interessante novità apportata da Microsoft nei giorni scorsi per alcuni dei suoi sistemi operativi precedenti tra cui Windows Vista e Windows XP.

La novità riguarda il funzionamento della funzione “autorun”, ovvero quella funzione che si attiva quando si inserisce un dispositivo, come ad esempio una pen drive USB, nel proprio PC e che provvede a chiedere all’utente quale azione si desidera compiere.

Una funzione che mesi addietro era finita tra le polemiche per quanto riguarda la sicurezza del sistema. Alcuni software dannosi, come ad esempio il celebre worm Conficker, utilizzano per la loro diffusione proprio questi dispositivi e possono trovare in questa funzione un “valido alleato” per far danni.

La richiesta dei maggiori esperti di sicurezza era stata quindi quella di chiedere di implementare la possibilità di disattivare l’autoplay, una richiesta che Microsoft si era prodigata di soddisfare tramite una patch correttiva che rendeva attiva la funzione su Windows 7 solo per i dispositivi come CD e DVD, escludendo quindi la sua attivazione in caso di collegamento al PC di una penna drive ad esempio.

La patch comunque, come detto prima, correggeva il problema sul nuovo sistema operativo, lasciando quindi “scoperti” i software precedenti, una mancanza cui i tecnici di Redmond hanno posto fine nelle scorse ore, quando è stato diffuso un aggiornamento che assimila il funzionamento dell’AutoPLay dei sistemi operativi Vista, XP e Windows Server 2003 a quello già attivo su Windows 7.

In questo modo Windows non visualizzerà più la finestra di dialogo automatica che appariva in precedenza, rendendo quindi più sicuri anche i sistemi vecchi ed evitando la diffusione di software dannoso mediante lo scambio di supporti mobili.