Anti Digital Divide contro il blocco dei fondi per la banda larga italiana

Il blocco dei fondi destinati allo sviluppo della banda larga nostrana, sta davvero provocando un “maremoto” di reazioni. Ultima in ordine di tempo, ad esprimere il proprio pensiero, è l’Associazione Anti Digital Divide che con forza si scaglia contro il blocco dei fondi.L’associazione in una lettera aperta esprime il proprio sconcerto per la decisione del

Il blocco dei fondi destinati allo sviluppo della banda larga nostrana, sta davvero provocando un “maremoto” di reazioni. Ultima in ordine di tempo, ad esprimere il proprio pensiero, è l’Associazione Anti Digital Divide che con forza si scaglia contro il blocco dei fondi.

L’associazione in una lettera aperta esprime il proprio sconcerto per la decisione del Governo Italiano e ricorda come ci siano ancora oltre 7 milioni di italiani non raggiunti dalla banda larga, numero che sale drasticamente se contiamo anche chi è raggiunto da linee Internet vecchie e poco performanti.

L’associazione si chiede come sia possibile che non si voglia investire in un settore in cui tutti gli altri Stati Europei invece investono a piene mani. Siamo ultimi nel settore della banda larga e lo saremo ancora di più se non lavoreremo per migliorare la situazione.

Lunga è ancora la lettera dell’associazione di cui abbiamo sintetizzato alcuni punti, ma per chi volesse leggerla nella sua interezza è sufficiente recarsi sul portale dell’anti digital divide.

Ti potrebbe interessare