Roccat Arvo, una tastiera compatta per gamers

Arvo è il nome commerciale della nuova tastiera presentata da Roccat e progettata per funzionare anche da controller nei titoli videoludici di ultima generazione.Appartiene alla serie Smart Desktop Management System, ed è caratterizzata per il layout compatto e le dimensioni contenute, pari a 14 x 39 centimetri. Mediante piedini pieghevoli anti-scivolo è possibile regolarne l’altezza

Arvo è il nome commerciale della nuova tastiera presentata da Roccat e progettata per funzionare anche da controller nei titoli videoludici di ultima generazione.

Appartiene alla serie Smart Desktop Management System, ed è caratterizzata per il layout compatto e le dimensioni contenute, pari a 14 x 39 centimetri. Mediante piedini pieghevoli anti-scivolo è possibile regolarne l’altezza per trovare la posizione migliore alle proprie esigenze.

La Arvo sfrutta l’interfaccia USB per il cui collegamento dispone di un cavo da 1,5 metri che permette un pratico utilizzo. Sono presenti tre tasti liberamente programmabili in base alle proprie esigenze. L’ergonomia della tastiera e la sua praticità sono i punti essenziali che il produttore ha curato in modo particolare: ad esempio, benché si tratti di una tastiera extended (con tastierino numerico), il produttore ha recuperato lo spazio normalmente dedicato ai tasti freccia e ai vai tasti di stampa e scorrimento, integrando il tutto in corrispondenza del tastierino numerico. Mediante l’apposito tasto switch-mode, è possibile, infatti, assegnare al tastierino numerico stesso varie funzioni.

Una tastiera di questo tipo deve però anche garantire il giusto comfort, ed è per questo che la nuova tastiera di Roccat è stata dotata di una sottile lastra in metallo che ne aumenta la rigidità e la stabilità.

La Arvo sarà disponibile per la fine dell’anno ad un prezzo orientativo di circa 60 euro.

Ti potrebbe interessare
Oracle, passo falso con Google per Android
Google

Oracle, passo falso con Google per Android

La guerra sui brevetti tra Google è Oracle è ancora ben lontana dal concludersi, ma le cose per Oracle non si stanno mettendo come l’azienda vorrebbe, tanto che dopo aver analizzato i rapporti presentati dalle due società, il giudice William Alsup che si sta occupando del caso ha indicato loro di ripensare alla proposta fatta.Sono

Ix.Mac.MarketingName: nuovo device su App Store?
Apple

Ix.Mac.MarketingName: nuovo device su App Store?

Su App Store è comparsa una nuova voce nella sezione Requisiti che si trova nella descrizione di ogni applicazione. Si chiama Ix.Mac.MarketingName e, secondo vari rumor emersi nelle ultime ore sul web, potrebbe riferirsi a un nuovo dispositivo Apple che dovrebbe esser supportato in futuro nelle app scaricabili.

Sony Ericcson: trimestre ancora in crescita
Google

Sony Ericcson: trimestre ancora in crescita

Sony Ericcson ha reso noto i risultati economici riferiti al terzo trimestre 2007 (luglio-settembre).La joint-venture rimane il quarto produttore al mondo di telefonini, ma i risultati sono un pò contraddittori. L’azienda ha ottenuto un utile pretasse di 384 milioni di euro superiore rispetto all’ultimo trimestre (327 milioni), ma inferiore a quello registrato nello stesso periodo

MS ActiveSync e Windows Mobile Device Center: quali novità?
Google

MS ActiveSync e Windows Mobile Device Center: quali novità?

Microsoft ha rilasciato da alcuni giorni la versione Beta 2 di ActiveSync 4.5, il software per sincronizzare ogni genere di dispositivi Windows Mobile, dai palmari agli smartphone. Tale versione apporta alcune migliorie riguardanti la gestione delle relazioni e delle connessioni con i PC e con i server Exchange.Allo stesso modo dell’attuale ed ufficiale ActiveSync 4.2,

SCO deve mostrare le prove contro IBM
Software e App

SCO deve mostrare le prove contro IBM

Il giudice federale Dale A. Kimball ha emesso la prima sentenza: SCO apporti almeno due esempi lampanti in grado di dimostrare le proprie accuse. Il caso giunge dunque ad una svolta e il 23 Gennaio si dovrebbe finalmente entrare nel merito della vicenda