13 nuovi moduli di memoria DDR3 da G.Skill

G.Skill, noto produttore di memorie per personal computer e sistemi portatili, ha di recente presentato 13 nuovi moduli di tipo DDR3, sviluppati sostanzialmente per l’impiego su gaming PC e sistemi professionali.I vari moduli sono suddivisi in 6 serie, denominate PI, PIS, Trident, Ripjaws, ECO e NQ. Dal punto di vista prettamente tecnico, le memorie lavorano,

G.Skill, noto produttore di memorie per personal computer e sistemi portatili, ha di recente presentato 13 nuovi moduli di tipo DDR3, sviluppati sostanzialmente per l’impiego su gaming PC e sistemi professionali.

I vari moduli sono suddivisi in 6 serie, denominate PI, PIS, Trident, Ripjaws, ECO e NQ. Dal punto di vista prettamente tecnico, le memorie lavorano, in base alla serie e al modello scelto, con frequenze di funzionamento che possono andare da 1.333 MHz fino a 2.200 MHz. Il voltaggio, invece, è compreso tra 1,35 V e 1,6 V. Inoltre, ogni modulo è caratterizzato da propri timings come, ad esempio, 9-9-9-24 oppure 7-8-7-24.

Le varie serie sono organizzate in configurazione 2×4 GB, tranne la PI che, invece, è fornita in 2×6 GB ed è appositamente sviluppata per l’impiego sul chipset Intel X58.

Il contenimento e la regolazione della temperatura di esercizio è affidata ad un dissipatore passivo.

Da segnalare la possibilità di utilizzare i nuovi moduli G.Skill sia su piattaforme Intel P55 che AMD AM3, a seconda del modello scelto, tranne per la serie PI.

Non sono note informazioni ufficiali circa la disponibilità e il prezzo di commercializzazione.

Ti potrebbe interessare
Office 15 supporterà HTML5 e JavaScript
Microsoft

Office 15 supporterà HTML5 e JavaScript

Microsoft ha già annunciato il supporto per HTML5 e JavaScript in Windows 8 che permetterà agli sviluppatori di realizzare applicazioni basate su questi standard web. L’azienda di Redmond ha recentemente pubblicato due annunci di lavoro, da cui si può dedurre che HTML5 e JavaScript saranno utilizzati anche per sviluppare estensioni per Office 15, la prossime

Lenovo: “Apple non investe abbastanza in Cina”
Apple

Lenovo: “Apple non investe abbastanza in Cina”

Mentre Steve Jobs cerca di minimizzare l’imbarazzo sui problemi di iPhone 4, c’è un concorrente che esulta per le scelte strategiche di Cupertino: stiamo parlando di Lenovo, l’azienda di prodotti informatici orientata soprattutto al settore asiatico.Secondo Lenovo, Apple starebbe dimostrando un serio disinteresse nei confronti del mercato cinese e, per questo, indirettamente sancirebbe la fortuna

Integrazione con Facebook in iPhone OS 4.0?
Apple

Integrazione con Facebook in iPhone OS 4.0?

Cupertino sembra essere sempre più orientata verso il mondo social, come dimostrato dagli insistenti rumor degli ultimi tempo: l’acquisizione di Lala spingerebbe iTunes verso il social streaming e, non ultimo, il nuovo iPhone OS 4.0 è dotato di un social network per i videogiocatori. E proprio iPhone OS 4.0 svela l’interesse di Apple: alcune funzioni