I futuri netbook avranno display da 12 pollici

Il termine netbook è stato introdotto circa due anni fa da Intel per indicare piccoli notebook con CPU Atom da usare principalmente per navigare su Internet. Con il passare del tempo però sono cresciute le dimensioni del display (il primo Eee PC di Asus aveva uno schermo da 7 pollici), l’ingombro e il peso. A

Il termine netbook è stato introdotto circa due anni fa da Intel per indicare piccoli notebook con CPU Atom da usare principalmente per navigare su Internet.

Con il passare del tempo però sono cresciute le dimensioni del display (il primo Eee PC di Asus aveva uno schermo da 7 pollici), l’ingombro e il peso.

A partire dal prossimo anno, i produttori investiranno esclusivamente su prodotti con display da 10 e 12 pollici, con o senza funzionalità touchscreen. Il mercato dei dispositivi più piccoli dovrebbe infatti essere appannaggio degli smartbook.

Questa previsione non deve sorprendere. Infatti, Intel proporrà la nuova piattaforma Pine Trail, con la quale gli utenti dovrebbero (il condizionale è d’obbligo) avere una migliore esperienza visiva durante la riproduzione di contenuti video in alta definizione.

Inoltre, è molto probabile che il chipmaker di Santa Clara elimini il vincolo dei 10 pollici come dimensione massima del display per poter utilizzare la piattaforma Atom (CPU+chipset). In questo modo cercherà di limitare la vendita di soluzioni basate sulle piattaforme nVidia Ion e Ion 2.

La differenza tra netbook e ultraportatili economici sembra dunque destinata a scomparire. Se i prezzi dei nuovi prodotti saranno intorno ai 400-500 euro, cosa acquisteranno gli utenti?

Ti potrebbe interessare
Niente porno negli SMS targati Mela?
Apple

Niente porno negli SMS targati Mela?

Steve Jobs trova il porno ripugnante e, per questo, ha deciso di intraprendere una durissima battaglia contro la volgarità virtuale. Dopo aver depurato App Store da ogni singola applicazione vagamente connessa al sesso, Cupertino vuole spingersi oltre, vietando gli SMS a luci rosse. È stato, infatti, approvato un brevetto che andrà a bloccare il “Sexting“,

Un brevetto per il prossimo Mighty Mouse?
Apple

Un brevetto per il prossimo Mighty Mouse?

La sferetta del Mighty Mouse che permette lo scroll a 360° causa numerosi disagi agli utenti e probabilmente sparirà presto dal mouse di Apple. Sembra infatti che alla Apple abbiano deciso di abbandonarla sostituendola con un piccolo trackpad. Almeno questo è quanto emerge da un brevetto di Apple segnalato da MacNN.

Logo ergo sum
Web e Social

Logo ergo sum

Oggi mi è capitato tra le mani l’edizione Magazine, di qualche giorno fa, del quotidiano gratuito Metro, nel quale c’era un interessante articolo sul significato del Logo come metodo di identificazione sociale. Brand famosi come Apple e Nokia hanno effettivamente creato in breve tempo un modo di essere, associando ad un normale disegno un significato