Intel pronta al lancio delle CPU Xeon a otto core

Intel si appresta a lanciare i suoi primi processori Xeon ad otto core basati sull’architettura Nehalem-EX, per rispondere al prossimo debutto delle CPU Opteron previsti per la fine di marzo.L’architettura sarà ancora Nehalem, per cui la tecnologia di processo sarà a 45 nanometri, la stessa impiegata negli attuali processori Bloomfield e Lynnfield di classe desktop.Gli

Intel si appresta a lanciare i suoi primi processori Xeon ad otto core basati sull’architettura Nehalem-EX, per rispondere al prossimo debutto delle CPU Opteron previsti per la fine di marzo.

L’architettura sarà ancora Nehalem, per cui la tecnologia di processo sarà a 45 nanometri, la stessa impiegata negli attuali processori Bloomfield e Lynnfield di classe desktop.

Gli Xeon Nehalem-EX (noti anche come Xeon Beckton) saranno indirizzati ai sistemi server e workstation multi processore con quattro e otto socket, ad ognuno dei quali è possibile associare fino a 16 slot di memoria DDR3 compatibile con il controller integrato a quattro canali.

I processori integrano una cache di terzo livello condivisa ampia 24 MB e supportano la tecnologia HyperTreading che consente di gestire 16 thread in parallelo. Il collegamento tra le CPU avviene mediante quattro link QPI (QuickPath Interconnect).

Uno dei primi produttori ad utilizzare i nuovi Xeon a otto core potrebbe essere Apple che dunque proporrà un aggiornamento della sue linee workstation Mac Pro e server Xserve.

Sempre entro la fine del mese, è molto probabile anche la presentazione degli Xeon a sei core basati sull’architettura a 32 nanometri Westmere-EP e dedicati ai sistemi server con uno e due processori.

Ti potrebbe interessare
Google Spreadsheets si rinnova
Web e Social

Google Spreadsheets si rinnova

Spesso, utilizzando applicazioni online, ci ritroviamo all’improvviso con l’aspetto dei servizi modificato, senza aver scaricato nessun aggiornamento del programma.È quanto è capitato stamattina, aprendo un foglio elettronico su Google Docs & Spreadsheets.Il restyling prevede ora un unico e più elegante menu in alto, con una barra degli strumenti formata solamente da icone, senza indicazioni di

Porter, chi era costui?
Web e Social

Porter, chi era costui?

Teorico del valore aggiunto e padre della Value Chain che porta il suo nome. L’avevate mai vista? C’è chi dice che sia somministrata solo agli studenti universitari, per poi perdersi nel turbinio del marketing applicato sul campo, che è tutt’altra cosa.Ogni tanto mi scateno contro questi assunti assoluti, contro questi paradigmi teorici, contro questi guru

Nuovi strumenti per vecchie attività
Web e Social

Nuovi strumenti per vecchie attività

La ricerca è una delle primissime cose che si fa quando ci si approccia ad Internet per la prima volta. Molti mantengono questo stadio di utilizzo per molto, molto tempo e a volte non evolvono mai.Per molti utenti della rete, Internet è Google, la pagina iniziale del browser è Google e adesso anche le mail,