Commodore 9100: ritorna un simbolo degli anni ottanta?

Commodore è stato un glorioso marchio degli anni ottanta, quando l’omonima azienda è diventata famosa in tutto il mondo grazie al successo commerciale del Commodore 64.Dopo vari problemi di natura finanziaria, la nuova Commodore USA intende riproporre una versione aggiornata del noto computer racchiuso in una tastiera, presentando il Commodore 9100.La plastica del C64 è

Commodore è stato un glorioso marchio degli anni ottanta, quando l’omonima azienda è diventata famosa in tutto il mondo grazie al successo commerciale del Commodore 64.

Dopo vari problemi di natura finanziaria, la nuova Commodore USA intende riproporre una versione aggiornata del noto computer racchiuso in una tastiera, presentando il Commodore 9100.

La plastica del C64 è stata però sostituita da alluminio anodizzato per consentire una migliore dissipazione del calore, mentre l’hardware è stato ovviamente adeguato ai nostri giorni. Saranno commercializzate diverse versioni con processori Intel Core 2 Duo, Intel Core 2 Quad, Intel Pentium D, Intel Celeron D e, probabilmente in futuro, anche con le più recenti architetture a 45 e 32 nanometri.

Il chipset utilizzato è l’Intel G31 Express con GPU integrata Intel GMA 3100, compatibile con le librerie DirectX 9.0c e OpenGL 1.4, in grado di gestire monitor LCD mediante l’uscita video DVI. Ad eccezione del lettore di memory card, tutte le porte di espansione sono posizionate sul retro. Troviamo dunque una porta RJ45 per l’interfaccia Gigabit Ethernet, quattro porte USB 2.0, due PS/2 per mouse e tastiera, due porte seriali, una porta parallela e le uscite audio per la scheda Realtek AL888 con supporto a sei canali.

Nella zona al di sopra della porta DVI è presente un alloggiamento per un disco rigido opzionale da 2,5 pollici con capacità fino a 80 GB, mentre all’interno sono installati un hard disk SATA II con tagli variabili tra 160 GB e 2 TB, e un’unità ottica slim compatibile con CD, CD-R, CD-RW, DVD-R, DVD+R, DVD+RW e DVD-RW.

La dotazione hardware sono completate da 2 GB di memoria DDR2 a 667/800 MHz, espandibili a 4 GB, due slot di espansione mini PCI e mini PCI Express, 2 porte SATA II e un touchpad Synaptic a due bottoni. Il sistema operativo installato è Linux Ubuntu, ma è possibile personalizzare la configurazione scegliendo anche Windows XP Professional, Windows 7 Home Premium/Professional/Ultimate a 32 o 64 bit.

Sarà possibile acquistare il Commodore 9100 a partire dal 1 giugno, data in cui verrà anche comunicato il prezzo di vendita. Nonostante i diversi tentativi effettuati in questi anni, crediamo però che nessuno sarà mai in grado di sostituire nella memoria degli utenti il mito del Commodore 64, un pezzo di storia dell’industria informatica.

Ti potrebbe interessare
Il mondo editoriale secondo Robin Good / parte prima
Web e Social

Il mondo editoriale secondo Robin Good / parte prima

La prima parte di una intervista video fatta utilizzando Skype a Robing Good sull’editoria digitale ai tempi della proposta di legge sull’editoria.Robin parla a 360 gradi come blogger, imprenditore, editore indipendente, grande esperto di multimedialità e internet.Lunedì la seconda parte dell’intervista