GeForce GTX 470 e 480: nVidia non mantiene la promessa

Le prime GPU nVidia a 40 nanometri, basati sull’architettura Fermi e compatibili con le librerie DirectX 11, sono state presentate ufficialmente il 26 marzo.In quella occasione, l’azienda dichiarò che la disponibilità delle schede video sarebbe stata minima, a causa dei noti problemi di resa produttiva.Oggi 12 aprile sarebbe dovuto essere il giorno della maggiore diffusione

Le prime GPU nVidia a 40 nanometri, basati sull’architettura Fermi e compatibili con le librerie DirectX 11, sono state presentate ufficialmente il 26 marzo.

In quella occasione, l’azienda dichiarò che la disponibilità delle schede video sarebbe stata minima, a causa dei noti problemi di resa produttiva.

Oggi 12 aprile sarebbe dovuto essere il giorno della maggiore diffusione nei negozi fisici ed online, ma purtroppo la promessa non è stata mantenuta.

Su alcuni siti, ad esempio, sono presenti solo pochi modelli di GeForce GTX 470 e 480, su altri invece le schede non sono ancora disponibili. Grandi oscillazioni anche per quanto riguarda i prezzi di vendita, con valori fino a 600 euro per la GeForce GTX 480 che, teoricamente, dovrebbe costare 479 euro.

Si spera ovviamente che nVidia riesca ad incrementare il volume delle forniture ai vari distributori, specialmente a vantaggio della concorrenza, che solitamente porta ad una diminuzione dei prezzi. Ma se questo intoppo iniziale non sarà risolto in fretta, ATI non avrà problemi a dominare il settore ancora per lungo tempo.

Ti potrebbe interessare
Perché UniCredit lascia Facebook e Instagram?
Facebook

Perché UniCredit lascia Facebook e Instagram?

UniCredit ha abbandonato Facebook, Messenger e Instagram, ma non ha rinunciato agli altri social network. La banca avrebbe infatti deciso di abbandonare i social che fanno capo a Facebook per una mancanza di fiducia e per una questione etica, cosa che in parte ha fatto già in passato. Lo scandalo Cambridge Analytica avrebbe infatti portato

Digitale terrestre: mercoledì lo switch over per 3 milioni di telespettatori
Prezzi e tariffe

Digitale terrestre: mercoledì lo switch over per 3 milioni di telespettatori

È fissato per dopodomani, mercoledì 20 maggio, lo switch over per 3 milioni di telespettatori italiani, più precisamente quelli residenti in 600 Comuni del Piemonte occidentale, compresi tra le province di Torino e Cuneo.Per loro si tratterà della prima fase verso l’effettiva migrazione al digitale terrestre, in vista del definitivo abbandono delle trasmissioni televisive in