ATI FirePro RG220: il monitor diventa remoto

ATI presenta una nuova scheda video, per applicazioni professionali, in grado di trasferire il video su rete con protocollo TCP/IP, permettendo così la connessione di uno o più monitor anche in remoto. Stiamo parlando della ATI FirePro RG220, con la quale sarà possibile, attraverso queste schede video e degli zero thin client molto economici, utilizzare

ATI presenta una nuova scheda video, per applicazioni professionali, in grado di trasferire il video su rete con protocollo TCP/IP, permettendo così la connessione di uno o più monitor anche in remoto. Stiamo parlando della ATI FirePro RG220, con la quale sarà possibile, attraverso queste schede video e degli zero thin client molto economici, utilizzare dei monitor remoti demandando così le elaborazioni più onerose a workstation e server.

Questa soluzione di grafica remota non rappresenta una novità, in quanto ne esistono già diverse in commercio, ma ATI sembra aver risolto i principali limiti dei prodotti sino ad ora realizzati.

In particolare i limiti erano la necessità di disporre di client ad elevate prestazioni, con alti consumi energetici e quindi notevoli problemi di dissipazione e di rumore prodotto. Inoltre necessitavano di una continua manutezione e di difficoltà nell’aggiornamento dell’intero sistema.

Con la soluzione di ATI si è quindi puntato alla semplificazione dal lato client: sarà possibile utilizzare i monitor remoti semplicemente utilizzando degli zero thin client (a basse prestazioni e quindi a bassi consumi), il tutto con una maggiore facilità di gestione e di update.

Ma veniamo ora alla descrizione del sistema.

Come è possibile osservare dalle foto che seguono, la scheda grafica FirePro RG220 è dotata di due porte Gigabit Ethernet, una porta DMS-59 e la connessione interna PCIe.

Con le porte di output in dotazione si ha la possibilità di utilizzare ben quattro monitor contemporaneamente: due in locale (con risoluzione massima di 1.920×1.200) e due in remoto. Aggiungendo una ulteriore scheda video e collegando le due ATI FirePro RG220 con un cavo ethernet, si passa da due a quattro monitor remoti, il tutto garantendo il completo supporto all’accelerazione 2D/3D.

Ogni scheda è dotata di 512 MB di memoria che, insieme a quest PCoIP (PC-over-IP), consente di ottenere un’esperienza di utilizzo come se si stesse utilizzando un PC classico.

Inoltre la scheda permette la interoperabilità USB con qualsiasi dispositivo, come mouse tastiere etc..

Infine è interessante notare il supporto del Direct Mapping, presente nel driver unificato, che permette la connessione diretta della FirePro RG220 ad una virtal machine.

Il prodotto è in grado di funzionare con qualunque infrastruttura di rete LAN, WAN, VPN, e con diversi sistemi operativi come Windows XP, Vista e 7.

Ti potrebbe interessare
Vendite dei PC in calo nel primo trimestre 2011
mercati

Vendite dei PC in calo nel primo trimestre 2011

Il mercato dei PC continua lentamente a perdere terreno rispetto ad altri prodotti, sopratutto nei confronti dei tablet. Il boom dei netbook è ormai terminato e i consumatori hanno iniziato ad acquistare principalmente dispositivi mobile.Nel primo trimestre del 2011, la quota di mercato di notebook, netbook e desktop è diminuita del 3,2% rispetto allo stesso

Chipset Intel X79 per processori socket LGA 2011
intel sandybridge

Chipset Intel X79 per processori socket LGA 2011

Sono passati quasi tre anni dalla presentazione del primo processore Intel Core i7 compatibile con il socket LGA 1366, ma il recente Core i7 990X sarà l’ultimo della serie. L’azienda infatti introdurrà il nuovo socket LGA 2011 entro la fine dell’anno.L’attuale chispet Intel X58 sarà dunque sostituito dal nuovo Intel X79 compatibile con i processori

PES 2011: guida su come tirare i rigori
PES

PES 2011: guida su come tirare i rigori

Nonostante il successo di vendite ottenuto al lancio nel nostro paese e le numerose novità introdotte da Konami, alcuni aspetti di Pro Evolution Soccer 2011 sono stati presi di mira anche dai più irriducibili appassionati della serie. Tra questi, quello che ha suscitato le critiche più aspre, è senza dubbio il nuovo sistema che gestisce

HTC Desire vs. Sony Ericsson Xperia X10
Android

HTC Desire vs. Sony Ericsson Xperia X10

HTC Desire e Sony Ericsson Xperia X10 protagonisti di un confronto molto interessante tra due smartphone Android di sicuro successo. Il video mette in luce la velocità del boot e dell’esecuzione delle applicazioni, ma sopratutto la qualità nell’uso di giochi 3D.

Personalizza il tuo Nokia con Theme DIY
Google

Personalizza il tuo Nokia con Theme DIY

Per le personalizzazioni, di cellulari, sono disponibili tantissime proposte che rendono unico il proprio terminale.Sul mio Nokia S60 ho avuto modo di provarne diverse, ma quella che mi ha impressionato maggiormente è stata Theme DIY.Si tratta di uno dei pochi software che consenta la creazione di temi personalizzati, aiutando l’utente finale a modificare l’aspetto al