Utilizzare il Task Manager di Google Chrome

Google Chrome integra un utile strumento, chiamato Task Manager, il quale può risultare utile per farsi un’idea precisa su quanta memoria venga occupata dall’applicazione principale e dai singoli componenti aggiuntivi installati.Per richiamarlo occorre selezionare il menù “Controlla pagina corrente“, seguito dalle voci “Opzioni per sviluppatori” e “Task Manager” o, in alternativa, cliccando la barra delle

Google Chrome integra un utile strumento, chiamato Task Manager, il quale può risultare utile per farsi un’idea precisa su quanta memoria venga occupata dall’applicazione principale e dai singoli componenti aggiuntivi installati.

Per richiamarlo occorre selezionare il menù “Controlla pagina corrente“, seguito dalle voci “Opzioni per sviluppatori” e “Task Manager” o, in alternativa, cliccando la barra delle schede con il tasto desto del mouse e scegliendo la medesima voce.

Si ottiene così un quadro preciso sullo spazio richiesto dal modulo principale, da ciascuna scheda aperta e dalle estensioni. Se lo si desidera, si può anche forzare la chiusura di una scheda o di un componente aggiuntivo mediante il pulsante “Termina processo“.

Con il tasto destro del mouse si può inoltre modificare la struttura delle colonne, potendo visualizzare anche quelle relative a “Memoria condivisa”, “Memoria privata”, “ID processo”, “Cache immagini”, “Cache script”, Cache CSS”, “memoria SQLite” e “Memoria JavaScript”.

Infine, il collegamento “Statistiche per nerd” apre una scheda contenente ulteriori dettagli sull’allocazione della memoria della sessione corrente, fornendo anche alcune informazioni relative a eventuali altri browser in esecuzione.

Ti potrebbe interessare