Ballmer: i PC sono ancora l’obiettivo numero uno di Microsoft

Pochi giorni fa Ray Ozzie, Chief Software Architect di Microsoft, ha abbandonato l’azienda lasciando questo messaggio: l’azienda ha bisogno di immaginare un’era post-PC. Steve Ballmer, al contrario, ha dichiarato che proprio i PC sono l’obiettivo numero uno di Microsoft.Lo stesso Ballmer ha dichiarato che negli ultimi 12 mesi sono stati acquistati 350 milioni di nuovi

Pochi giorni fa Ray Ozzie, Chief Software Architect di Microsoft, ha abbandonato l’azienda lasciando questo messaggio: l’azienda ha bisogno di immaginare un’era post-PC. Steve Ballmer, al contrario, ha dichiarato che proprio i PC sono l’obiettivo numero uno di Microsoft.

Lo stesso Ballmer ha dichiarato che negli ultimi 12 mesi sono stati acquistati 350 milioni di nuovi computer, e l’azienda ha venduto ben 240 milioni di licenze di Windows 7 nel suo primo anno di vita. Certo, gli smartphone saranno importanti, ma il PC è ancora il dispositivo più usato al mondo.

Secondo nuove analisi, nel 2011 ci saranno 409 milioni di PC disponibili, con l’88% delle imprese pronte ad aggiornare il loro parco macchine a Windows 7, abbandonando Windows XP e lo sfortunato Windows Vista.

Ballmer non dimentica la concorrenza che c’è nel settore degli smartphone, in cui Microsoft è entrata in ritardo rispetto ad aziende che hanno già un interessante vantaggio (Apple, Google-Android in primis).

Sono in molto ad immaginare un futuro in cui gli smartphone avranno le capacità di un PC, potendo collegarsi a monitor e periferiche USB. Eppure Microsoft ritiene che il vantaggio dei PC sia nella possibilità di personalizzazione e nella potenza di calcolo, soprattutto nel campo della grafica, grazie alle schede grafiche ATI o nVidia.

Ti potrebbe interessare