Richard Branson sarà sull’iPad prima di Murdoch

Rupert Murdoch ha quasi pronto il “The Daily”, ma Richard Branson è pronto a far esordire su iPad il proprio “Project”

L’iPad non ha solleticato soltanto gli istinti degli acquirenti, ma ha stuzzicato anche le ambizioni dei grandi imprenditori. Rupert Murdoch ha già reso manifesti i propri intenti con il proprio “The Daily”, ma c’è un nome che potrebbe arrivare prima degli altri sul nuovo orizzonte editoriale dei tablet: si tratta di Richard Branson, l’eccentrico personaggio noto in tutto il mondo per il marchio Virgin.

L’idea di Branson non è nuova, ma a quanto pare il cosiddetto “Project” è ormai imminente: già entro la fine dell’anno la testata potrebbe essere disponibile sul tablet di Cupertino ed a quel punto svolgerà in parte la funzione di progetto pilota per gli esperimenti successivi. “Project” sarà però un prodotto molto differente al “The Daily” e per certi versi i due prototipi rispecchieranno in larga parte la personalità dei rispettivi tycoon: rigidamente limitato all’informazione la testata di Murdoch, più improntata ad intrattenimento e multimedia l’idea di Branson.

Al momento non è chiaro quale sarà il prezzo di distribuzione di “Project” e l’unica informazione rilasciata è relativa agli argomenti affrontati: intrattenimento, viaggi, business, design e cultura internazionale.

Il vantaggio di Murdoch in questo simbolico testa-a-testa è nella collaborazione ottenuta da Steve Jobs nella realizzazione della testata, una spalla forte e forse fondamentale per cogliere al meglio le opportunità concesse dal tablet. Secondo alcuni rumor entro i prossimi giorni potrebbe peraltro essere distribuito l’aggiornamento 4.3 di iOS proprio per accogliere la distribuzione delle nuove testate in arrivo, dunque è presumibile in tal senso un esordio di “Project” soltanto dopo l’evento News Corp. previsto per il 9 dicembre prossimo.

La sensazione è che tanto per Murdoch quanto per Branson l’idea è stuzzicante ma piena di punti interrogativi. Un vincitore sicuro però c’è: si tratta di Steve Jobs, il quale si afferma ancora una volta come la scintilla rivoluzionaria ed è pronto a raccogliere i risultati con il suo iPad grazie ai contenuti esclusivi che stanno per arricchirne il valore intrinseco.

Ti potrebbe interessare