In Europa la banda è sempre più larga, ma non in Italia

La Commissione Europea fa il punto della situazione sulla banda larga nel territorio comunitario specificando come 25,6 cittadini europei su 100 posseggano un collegamento a banda larga. Un dato in crescendo rispetto ai 23,9 del 2009. Molto bene anche la banda larga mobile, che cresce rispetto all’anno scorso del 45%, e ad oggi 6 cittadini

La Commissione Europea fa il punto della situazione sulla banda larga nel territorio comunitario specificando come 25,6 cittadini europei su 100 posseggano un collegamento a banda larga. Un dato in crescendo rispetto ai 23,9 del 2009. Molto bene anche la banda larga mobile, che cresce rispetto all’anno scorso del 45%, e ad oggi 6 cittadini europei su 100 posseggono un collegamento all’Internet mobile.

Molto buoni anche i dati sulle velocità d’accesso. Circa un terzo degli utenti collegati possiede una linea da almeno 10Mbit o superiore. Solo il 5% dichiara di avere una linea da 30Mbit o superiore, mentre lo 0,5 dichiara di possedere una linea da 100Mbit.

Tra i Paesi virtuosi abbiamo Paesi Bassi e Danimarca con 40 linee su 100 abitanti che significa che in questi Stati quasi l’80% delle famiglie possiede la banda larga.

Fanalini di coda in questa speciale classifica Grecia e la Repubblica Ceca.

Tuttavia il nostro bel Paese non è messo certamente bene. Recenti studi hanno evidenziato come la media delle velocità in Italia sia di poco superiore ai 4 Mbit e che il Digital Divide sia un problema ancora troppo diffuso…

Ti potrebbe interessare