Il Natale inizia sul Web: è subito record

ComStore ha diffuso le statistiche delle vendite di beni online in relazione alle settimane che precedono le festività natalizie.

Le spese natalizie hanno già preso il via da qualche settimana e sul Web si sono registrati risultati record nel mondo dell’e-commerce. Rispetto all’anno scorso, nel periodo che va dal 2 novembre al 4 dicembre, le spese online sono infatti aumentate del 12%, per un valore totale di 16.8 miliardi di dollari. Il dato potrebbe in prospettiva eclissare i picchi simbolici del “Black Friday” o del “Cyber Monday”, ma la statistica a questo punto vale poco: il trend è positivo e chi ha investito online sta per raccogliere quanto seminato.

33 giorni son bastati per far registrare ai rivenditori operanti sul web grossi ricavi: in particolare quest’anno il popolo di Internet si è rivolto maggiormente ai maggiori negozi online come Amazon, che haguadagnato ben 4,2 punti di quota di mercato rispetto alla scorsa stagione natalizia, con vendite cresciute del 20%. Tra i negozi più piccoli, invece, secondo il rapporto diffuso da ComScore non sono stati segnalati cambiamenti di rilievo.

Il giorno più fruttuoso per il commercio online è stato lo scorso lunedì, con la cifra record di 1.028 miliardi di dollari. Martedì sono stati venduti beni per 911 milioni di dollari, mentre mercoledì e giovedì le cifre si attestano rispettivamente a 868 milioni e 850 milioni.

Alla domanda su cosa possa aver contribuito a influenzare le decisioni di acquisto in questa stagione, i consumatori hanno indicato le recensioni (sia scritte dagli altri consumatori che dagli esperti) quale forma più efficace per indirizzare verso un prodotto piuttosto di un altro. Anche Facebook è stato indicato come uno dei riferimenti più utili per conoscere offerte e promozioni, nonché la visione di video pubblicitari incrociati durante la normale navigazione.

Manca comunque ancora qualche settimana affinché si concluda questa stagione natalizia, dunque se già un record è stato registrato, le prospettive di vendita per i rivenditori online non possono essere altro che entusiastiche.

Ti potrebbe interessare