Caro Candidato, investa sul software libero

L’iniziativa “Caro Candidato” chiede ai futuri sindaci di firmare un impegno nei confronti del software libero.

Le elezioni amministrative si stanno avvicinando ed una nuova iniziativa propone ai candidati di tutta italia e di tutti i partiti uno scambio: un impegno nei confronti del software libero in cambio del voto dei cittadini interessati al tema. I cittadini stessi sono invitati a promulgare l’iniziativa ed a presentarla ai propri candidati preferiti, così che questi ultimi possano attivarsi, aderire e palesare il proprio pensiero in materia.

L’iniziativa “Caro Candidato” inizia anzitutto dalla proposta, alla quale i primi rappresentanti (al momento appartenenti a PD, Italia dei Valori e Lista Emma Bonino) hanno già fatto arrivare la propria adesione: «Gentile candidata, egregio candidato. Le proponiamo di sottoscrivere il Patto per il Software Libero. Se ciò è di Suo interesse selezioni, dalla lista sottostante, l’elezione nella quale è candidato e completi il modulo in tutte le sue parti. Riceverà un documento che le chiediamo di firmare e spedire via fax o acquisire tramite scanner ed inviare via mail all’Associazione che l’ha contattata o di sua fiducia. Nel caso non abbia contatti o preferenze può inviare il documento a noi dell’Associazione per il Software Libero. Daremo immediatamente visibilità della Sua adesione su questo sito».

Ai candidati viene richiesto di sottoscrivere quanto segue:

  • Sono consapevole che
    • Il Software Libero e le attività di chi lo sviluppa ed utilizza assumono un ruolo chiave nell’era digitale: contribuiscono alla realizzazione delle libertà fondamentali, alla condivisione della conoscenza ed alla riduzione del «divario digitale». Inoltre, il Software Libero è un bene per tutti i cittadini; è uno strumento per rafforzare l’economia, la competitività e l’indipendenza tecnologica dell’Italia e dell’Europa;
    • Il Software Libero è un bene comune, da proteggere e sviluppare. La sua esistenza si basa sul diritto degli autori di rilasciare il loro software congiuntamente al codice sorgente, e sul diritto garantito a chiunque di usarlo, copiarlo, adattarlo e ridistribuirlo, nella sua forma originale o modificata.
  • Perciò mi impegno a
    • Incoraggiare con i mezzi istituzionali a mia disposizione le amministrazioni ed i servizi pubblici a sviluppare ed utilizzare prioritariamente Software Libero e standard aperti;
    • Supportare politiche attive a favore del Software Libero, ed oppormi ad ogni discriminazione nei confronti di questo;
    • Difendere i diritti degli autori e degli utenti di Software Libero, in particolare richiedendo la modifica di ogni norma che indebolisce tali diritti, ed opponendomi ad ogni iniziativa legislativa che avrebbe questo effetto.
  • Sulla pagina ufficiale dell’iniziativa “Caro Candidato” è possibile seguire le singole liste pronte a controfirmare il proprio impegno. Ad ogni politico pronto a siglare il proprio impegno è inoltre offerto un apposito banner con cui testimoniare il proprio impegno sul proprio sito ufficiale:

    vota per il software libero! (banner)

Ti potrebbe interessare