HP sceglie le APU Llano per i Pavilion dv6z Quad Edition

HP abbandona Intel e decide di utilizzare le recenti APU Llano di AMD nei nuovi Pavilion dv6z Quad Edition. Finora infatti questa serie di notebook con schermo da 15,6 pollici era basata solo sulle CPU del chipmaker di Santa Clara. Gli utenti hanno la possibilità di scegliere tra cinque APU quad core, dal modello A6-3400M

HP abbandona Intel e decide di utilizzare le recenti APU Llano di AMD nei nuovi Pavilion dv6z Quad Edition. Finora infatti questa serie di notebook con schermo da 15,6 pollici era basata solo sulle CPU del chipmaker di Santa Clara. Gli utenti hanno la possibilità di scegliere tra cinque APU quad core, dal modello A6-3400M a 1,4 GHz fino al modello A8-3530MX a 1,9 GHz, con frequenze che salgono fino a 2,9 GHz grazie alla tecnologia AMD Turbo Core.

La GPU integrata nelle APU può essere affiancata da una scheda video discreta Radeon HD con 512 MB o 1 GB di memoria GDDR5, che permette l’attivazione della funzionalità Dual Graphics. La dotazione hardware include anche un display con risoluzione di 1.366×768 pixel o full HD con trattamento antiriflesso, fino a 16 GB di memoria DDR3, hard disk con capacità fino a 1 TB e un lettore Blu-ray.

Per il collegamento di periferiche esterne e per la connettività, la serie Pavilion dv6z offre due porte USB 2.0, due porte USB 3.0, card reader 5-in-1, uscite VGA e HDMI, Gigabit Ethernet, WiFi 802.11b/g/n, Bluetooth e webcam HD. I notebook sono disponibili in due colori ad un prezzo base di 650 dollari, circa 350 dollari in meno del corrispondente modello dv6t con processori Intel.

La batteria a sei celle garantisce una autonomia fino a 5,5 ore. Il sistema operativo è Windows 7 Home Premium o Professional a 64 bit.

Ti potrebbe interessare
Android Market si rinnova, con libri e film
Android

Android Market si rinnova, con libri e film

Restyling in arrivo per l’Android Market. La piattaforma di Google per la distribuzione di applicazioni destinate ai dispositivi mobile sta per cambiare look, come annunciato dalla stessa azienda con un post sul blog ufficiale. Non si tratta però esclusivamente di un aggiornamento della veste grafica: bigG introdurrà anche sezioni dedicate al download di libri e

Banda larga mobile, AGCOM fissa le regole per l’asta delle frequenze
Prezzi e tariffe

Banda larga mobile, AGCOM fissa le regole per l’asta delle frequenze

Buone notizie sul fronte dell’asta per l’assegnazione delle nuove frequenze per la banda larga mobile. L’AGCOM ha avviato la fase di consultazione pubblica tra i soggetti interessati della delibera che illustra le procedure per l’assegnazione delle frequenze e le regole per l’uso delle stesse. Questa fase durerà 30 giorni. Dal documento emergono alcuni aspetti molto

McAfee, anche il cloud ha bisogno di sicurezza
Software e App

McAfee, anche il cloud ha bisogno di sicurezza

McAfee Cloud Secure è la soluzione che il gruppo produttore di antivirus ha pensato per la realtà del cloud computing. Trattasi infatti di una dimensione differente, con esigenze diverse e peculiarità tali da richiedere attenzione e proposte specifiche

Hadopi 2 passa anche in Senato, l’opposizione non ci sta
Prezzi e tariffe

Hadopi 2 passa anche in Senato, l’opposizione non ci sta

Approvazione definitiva per la cosiddetta Hadopi 2, la legge francese contro il P2P. Il Parlamento francese ha infatti dato il via libera alla legge, grazie a 258 voti favorevoli e 131 contrari.Raggiunto il consenso di Assemblea e Senato, quindi, la politica dei “tre avvisi” è realtà e si prevede che possa essere operativa sin dai

Supercook: la cucina e il web 2.0
Web e Social

Supercook: la cucina e il web 2.0

Una delle enormi risorse offerte dal Web (2.0 e non), per come la vedo io, è senz’altro quella di offrire alle utenze un’infinità di materiale attraverso il quale documentarsi e un altrettanto infinito numero di risorse in grado di risolvere i nostri, piccoli, problemi quotidiani. Supercook è un’applicazione che ha proprio questo scopo. Si propone

Google, Feedburner è tuo per 100 milioni
Business

Google, Feedburner è tuo per 100 milioni

L’accordo tra Google e Feedburner non è ancora stato ufficializzato, ma ormai le trattative sono ai dettagli finali. Il passaggio di proprietà dovrebbe essere annunciato entro le prossime 2-3 settimane per un controvalore di 100 milioni di dollari