In arrivo FlashAir, la scheda SDHC WiFi di Toshiba

Arriveranno sul mercato entro febbraio 2012 le nuove card SDHC prodotte da Toshiba, in grado di scambiare dati attraverso il modulo WiFi integrato. A differenza della soluzione SD Eye-Fi, già presente sul mercato, la memory card FlashAir realizzata dall’azienda giapponese è in grado non solo di inviare, ma anche di ricevere immagini e dati senza

Arriveranno sul mercato entro febbraio 2012 le nuove card SDHC prodotte da Toshiba, in grado di scambiare dati attraverso il modulo WiFi integrato.

A differenza della soluzione SD Eye-Fi, già presente sul mercato, la memory card FlashAir realizzata dall’azienda giapponese è in grado non solo di inviare, ma anche di ricevere immagini e dati senza la necessità di utilizzare un access point.

Identica ad una normale scheda SDHC di classe 6, la FlashAir consente di inviare istantaneamente i dati memorizzati a qualsiasi dispositivo dotato di modulo WiFi, come PC, notebook, smartphone e tablet.

Compatibile con lo standard wireless 802.11b/g/n e con i protocolli crittografici WEP, WPA e WPA2, la scheda è il prodotto ideale da utilizzare con una macchina fotografica digitale, in modo tale da condividere rapidamente le immagini scattate con i dispositivi vicini, senza la necessità di connettere via USB la fotocamera direttamente ad un PC, oppure di trasferire il contenuto utilizzando un lettore di memory card.

La scheda FlashAir sarà disponibile inizialmente nella sola versione da 8 GB ad prezzo di circa 90 dollari.

Ti potrebbe interessare
Le foto delle cover “paraurti” per iPhone 4 realizzate da Apple
Apple

Le foto delle cover “paraurti” per iPhone 4 realizzate da Apple

Durante il keynote al Moscone Center in occasione del WWDC 2010, tra le tante novità, Steve Jobs ha mostrato i cosiddetti “bumpers“, letteralmente, “paraurti”, vale a dire le custodie ufficiali per iPhone 4 targate Apple. Una gallery le mostra nel dettaglio.Come sempre, l’afflato minimalista degli ingegneri Apple prevale sul design, e così, più che la

Uno studio di CommSec lo conferma: iPad è più caro in Europa
Apple

Uno studio di CommSec lo conferma: iPad è più caro in Europa

L’indiscrezione trapelava da diverso tempo e non aveva mancato di sollevare il dibattito, anche fra i nostri lettori. Ora uno studio ufficiale di CommSec lo conferma: iPad è più caro in Europa rispetto ad altri paesi del mondo, in primis gli Stati Uniti.L’indice analizzato da CommSec segue l’evoluzione dei prezzi del tablet di Cupertino in

Obama dovrà abbandonare il fido Blackberry?
Web e Social

Obama dovrà abbandonare il fido Blackberry?

La ragion di stato costringe il neo presidente ad abbandonare l’email e il suo fedele Blackberry, una decisione che Obama sarebbe restio a prendere e che potrebbe anche non essere mai presa nel caso di una rivoluzione delle comunicazioni politiche

Addio Page View: è solo questione di tempo
Web e Social

Addio Page View: è solo questione di tempo

Niente più Page View: Nielsen/NetRatings ritiene fondamentale l’uso di nuove metriche per misurare l’importanza dei siti web soprattutto nell’ottica della valutazione delle campagne promozionali. Nielsen propone pertanto un nuovo parametro: il tempo