Seagate: niente più hard disk da 5400 rpm

Seagate rinnova l’offerta di hard disk con modelli più veloci appartenenti alla serie Barracuda.

Seagate, azienda statunitense leader nella produzione di hard disk, ha deciso di rinnovare la propria offerta desktop da 3,5 pollici. I nuovi prodotti, che saranno immessi sul mercato tutti con il medesimo nome Barracuda, adotteranno piatti da 7.200 giri al minuto, eliminando così le soluzioni intermedie da 5.400 e 5.900 rpm. I modelli disponibili, dotati di interfaccia SATA 6 Gbps, avranno una capacità da 250 GB a 3 TB, e integreranno diversi miglioramenti hardware e tecnici che consentiranno di incrementare le prestazioni del 45%.

Grazie alla tecnologia AcuTrac Servo sarà possibile scrivere in un pollice fino a 340.000 tracce da 75 nanometri contro le 250.000 attuali. Il braccio principale, inoltre, verrà supportato da due motori piezoelettrici che permetteranno di ottenere una maggiore stabilità e precisione in fase di scrittura e lettura.

La memoria cache DDR2 presente nei nuovi modelli andrà da 16 MB per i modelli fino a 500 GB, ai 64 MB per quelli da 500 GB fino a 3 TB, e verrà gestita attraverso la nuova soluzione OptiCache che si baserà su un controller dual core a 40 nanometri. Seagate ha annunciato, inoltre, che saranno presto disponibili anche nuove soluzioni ibride con 4 GB o più di memoria flash per velocizzare le operazioni di accesso, di lettura e scrittura.

I nuovi prodotti arriveranno sul mercato nei prossimi mesi ad un prezzo di 72, 84, 106 e 180 dollari, rispettivamente, per le soluzioni da 1, 1,5, 2 e 3 TB. Entro il mese di febbraio entrerà in phase out la serie Barracuda Green e scomparirà gradualmente anche l’attuale Barracuda XT, lasciando così definitivamente spazio alla nuova famiglia Barracuda.

Ti potrebbe interessare
Vodafone Lab, un forum che parla di tecnologia
Web e Social

Vodafone Lab, un forum che parla di tecnologia

Vodafone Lab è un forum con cui Vodafone permette ai propri utenti di incontrarsi, chiedere, rispondere, discutere. Tutto ruota attorno a Vodafone, alle sue offerte ed alle nuove tecnologie firmate dall’operatore. Migliaia le discussioni già in archivio